Stai leggendo:

Allied - Un'ombra nascosta di Robert Zemeckis

1 febbraio 2017 Recensioni 0 Commenti
Allied - Un'ombra nascosta

Warner, 12 Gennaio 2017 – Nostalgico

Casablanca, 1942. Un ufficiale dell’aviazione canadese e un spia francese si fingono sposati per uccidere l’ambasciatore tedesco in Marocco. Gli eventi prendono una piega inaspettata, perché i due si innamorano e decidono di trasferirsi insieme in Inghilterra, ma l’ombra di un atroce sospetto mette a rischio la loro felicità…


Marion Cotillard e Brad Pitt in Allied - Un'ombra nascosta“Operazione nostalgia”, potrebbe essere il sottotitolo dell’ultimo film di Robert Zemeckis, un dramma romantico e sentimentale, omaggio alla cinematografia hollywoodiana che fu. Tutto in Allied – dall’ambientazione iniziale al periodo storico in cui si svolge la storia, alla trama con due spie che si innamorano e infine ai due protagonisti interpretati da due divi internazionali – contribuisce a rendere il film un ritorno ai classici del passato. Allied incanta e affascina gli spettatori amanti di un certo tipo di cinema che non si fa più, e il regista è abile nel realizzare una pellicola visivamente ed emotivamente suggestiva, nonostante la storia raccontata sia piuttosto convenzionale. In che direzione vada il film lo si intuisce da una delle prime scene, quando l’ufficiale canadese Max Vatan e la spia francese Marianne Beauséjour si incontrano per la prima volta in un locale che ricorda il Rick’s Bar di Casablanca: i loro sguardi si incrociano, e prima ancora che parlino si intuisce quel che accadrà tra loro.

Brad Pitt e Marion Cotillard in una scena di Allied - Un'ombra nascostaAllied inizia come una classica spy story, si trasforma poi in un mélo sentimentale per diventare infine un thriller. Insomma, è una specie di pot-pourri di generi cinematografici, ma non per questo meno affascinante, se ci si lascia trasportare dalle immagini – molto ben confezionate – e si crede a quello che viene raccontato. Zemeckis è bravissimo nel colpire l’immaginario degli spettatori: la veridicità e la consistenza della trama probabilmente gli interessano fino a un certo punto, è la componente estetica che sembra prevalere. Infatti, il film presenta diverse scene suggestive, come ad esempio quella in cui Max e Marianne si amano appassionatamente all’interno di un’auto nel deserto, mentre fuori è in corso una violenta tempesta di sabbia.

Marion Cotillard e Brad Pitt in una scena di Allied - Un'ombra nascostaNonostante si tratti di una pellicola esteticamente impeccabile, con una trama condita da ingredienti accattivanti, quali spionaggio, romanticismo e sospetto, Allied non è esente da difetti, uno in particolare salta subito agli occhi: l’ambientazione e i personaggi sono così glamour e patinati da risultare spesso finti. L’uso della computer graphic che produce l’effetto “finto” è dovuto probabilmente all’interesse del regista per questa tecnica, come dimostrato dalla sua carriera, ma questo non intacca comunque il fascino di un film da cui è facile farsi incantare, grazie anche alla presenza dei due attori protagonisti, Brad Pitt e Marion Cotillard, seducenti e credibili nel ruolo delle due spie innamorate.


La locandina di Allied - Un'ombra nascostaTitolo: Allied – Un’ombra nascosta (Allied)
Regia: Robert Zemeckis
Sceneggiatura: Steven Knight
Fotografia: Don Burgess
Interpreti: Brad Pitt, Marion Cotillard, Jared Harris, Lizzy Caplan, Daniel Betts, Matthew Goode, Xavier De Guillebon, Camille Cottin, Vincent Latorre, August Diehl, Anton Blake, Sally Messham, Anton Lesser, Christian Rubeck, Angus Kennedy, Philippe Spall, Raphanel Desprez
Nazionalità: USA – Regno Unito, 2016
Durata: 2h. 04′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].