Stai leggendo:

Boston - Caccia all'uomo di Peter Berg

26 aprile 2017 Recensioni 0 Commenti
Boston - Caccia all'uomo

01 Distribution, 20 Aprile 2017- Commemorativo

Nel 2013 a Boston sta per concludersi la storica maratona, quando esplodono delle bombe fra gli spettatori vicini al traguardo. Le indagini condotte dagli agenti del FBI insieme alla polizia cittadina sono immediate e incalzanti, fino ad arrivare ai due responsabili…


Una scena di Boston - Caccia all'uomoIl 15 aprile, giorno della battaglia che nel 1775 ha dato inizio alla Guerra di Indipendenza mossa al Regno Unito, è la data in cui negli Stati Uniti è commemorato il “Patriots Day”. La cronaca dei fatti del 2013 è nota, com’è nota la responsabilità dei due giovani fratelli ceceni spinti dall’estremismo e dalla contrarietà alla politica militare statunitense. Le intenzioni del regista sono chiare nel voler ricostruire documentando – anche con alcune immagini di repertorio – la tragicità di questo episodio, partendo dagli antefatti che riguardano le varie persone coinvolte, sia civili sia appartenenti alle forze dell’ordine. Boston – Caccia all’uomo è diventato in tal modo un’inchiesta che, con poche parti affidate totalmente alla finzione, mantiene la veridicità dei fatti come suo scopo primario, scopo che è quello di documentare al meglio il giorno dell’attentato e le indagini svolte nelle giornate successive.

Una scena di Boston - Caccia all'uomoTutti gli aspetti sono mostrati con il giusto spazio ed equilibrio, soffermandosi anche sugli effetti delle bombe subiti dalle vittime ferite, mutilate e alcune decedute. I ritmi incalzanti al pronto soccorso sono gli stessi che le indagini prendono all’istante, iniziando dalla ricerca di un particolare frammentario che prende letteralmente volto innescando la caccia all’uomo. La città di Boston non rimane passiva sullo sfondo delle vicissitudini, umane più che politiche, perché spesso torna protagonista con brevissime ma eloquenti inquadrature – specie a piombo – su diversi scorci cittadini. Perché l’intento del film è soprattutto quello di cogliere la reazione emotiva delle vittime e dell’intera città di fronte all’attentato, oltre che quello di evidenziare la collaborazione dei cittadini, che addirittura diventa risolutiva per la cattura finale.

Mar Wahlberg in Boston - Caccia all'uomoE non si deve dimenticare la valenza patriottica che anima tutto il film, dal giorno celebrativo al porre in evidenza la grande funzionalità dell’intelligence statunitense insieme al patriottismo dei bostoniani, e senza dimenticare che di realtà, anziché finzione, si tratta. Quindi nulla si è alterato in un film che, narrando di una giornata commemorativa divenuta al contempo tragica, diventa commemorativo a sua volta, specie verso chi ha perso la vita nell’attentato narrato. A riprova di ciò, dopo i titoli di coda sono mostrati i veri protagonisti, che nel film hanno avuto la loro controparte altrettanto verosimigliante, con le loro testimonianze e riflessioni. Il tutto a sottolineare ulteriormente che in questi fatti tragici il male si è contrapposto al bene, ma che alla fine è stato quest’ultimo a sottometterlo.


La locandina di Boston - Caccia all'uomoTitolo: Boston – Caccia all’uomo (Patriots Day)
Regia: Peter Berg
Sceneggiatura: Peter Berg, Matt Cook, Joshua Zetumer
Fotografia: Tobias A. Schliessler
Interpreti: Mark Wahlberg, Kevin Bacon, John Goodman, J.K. Simmons, Michelle Monaghan, Alex Wolff, Themo Melikidze, Rhet Kidd, Christopher O’Shea, Rachel Brosnahan, Jake Picking, Lana Condor, Jimmy O. Yang, Melissa Benoist, Martine Assaf, Pamela Amicy, Billy Smith, Paige MacLean
Nazionalità: USA, 2016
Durata: 2h. 13′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].