Stai leggendo:

Brawl in Cell Block 99 di S. Craig Zahler

3 settembre 2017 Recensioni 0 Commenti
Festival di Venezia 2017

Inedito in Italia – Estenuante

Un ex pugile senza lavoro e con il matrimonio in crisi accetta di diventare un corriere della droga per un vecchio amico. Le cose vanno bene fino a quando un grosso affare finisce in una sparatoria. L’uomo va in carcere, ma dovrà svolgere un ultimo lavoro se vuole salvare la vita alla moglie…


Dura centotrentadue minuti, l’opera seconda di Zahler. Alberto Barbera, alla presentazione del programma del Festival di Venezia 2017, ne sconsigliò la visione ai deboli di stomaco a causa delle numerose scene di violenza. Lo splatter è qualcosa che il regista deve essere in grado di maneggiare e che dovrebbe far rabbrividire lo spettatore, o quantomeno lasciarlo a bocca aperta. Quando però, dopo quasi due ore di film, Vince Vaughn pesta finalmente a sangue i cattivi più cattivi di tutti, in sala si sono sentite parecchie risate, sintomo che qualcosa non aveva funzionato a dovere.

Brawl in Cell Block 99 non ha nessuno scopo se non quello di intrattenere il pubblico. Per la prima ora veniamo introdotti al personaggio, dalla seconda in poi cominciano a volare le mazzate, che però non sono né più né meno tremende che in tantissimi altri film, e spesso con scelte di coreografia e regia davvero poco entusiasmanti, tanto che si arriva alla fine – in quello che dovrebbe essere il momento di massima tensione – più stanchi e annoiati che esaltati, e non si vede l’ora di arrivare alla conclusione della vicenda (peraltro già intuibile dai primi minuti di film).

Ma non tutto e’ da buttare. Va dato atto a Zahler di saper trattare le immagini: lo stile del film è ruvido e sporco come il suo personaggio principale, e alcune inquadrature fanno sgranare gli occhi perché quantomeno inconsuete in un film statunitense contemporaneo. Ma l’estetica non è sufficiente a tenere incollato lo spettatore alla poltrona, soprattutto quando la vicenda è cosi’ risaputa. Va anche detto che Vaughn è bravo e porta su di sé il peso di tutto il film, che se non naufraga completamente è proprio grazie a lui.

Si esce dalla proiezione con una sola certezza: negli Stati Uniti, oggi, l’unico regista in grado di girare un film con queste tematiche è Quentin Tarantino. Gli altri hanno ancora tanto da imparare.


La locandinaTitolo: Brawl on Cell Block 99
Regia: S. Craig Zahler
Sceneggiatura: S. Craig Zahler
Fotografia: Benji Bakshi
Interpreti: Vince Vaughn, Jennifer Carpenter, Bradley Thomas, Don Johnson, Tom Guiry, Marc Blucas, Udo Kier, Rob Morgan, Geno Segers, Fred Melamed, Dan Amboyer, Pooja Kumar, Clark Johnson, Mustafa Shakir, Dion Mucciacito, Philip Ettinger, Jay Hieron, Michael Medeiros
Nazionalità: USA, 2017
Durata: 2h. 12′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].