Stai leggendo:

Captain Fantastic di Matt Ross

7 dicembre 2016 Recensioni 0 Commenti
Captain Fantastic

Good Films, 7 Dicembre 2016 – Emozionante

Per proteggerli da una società che considera dannosa, Ben Cash ha scelto di allevare i suoi sei figli in una foresta nel nordovest degli Stati Uniti, in una sorta di ideale isolamento dalla civiltà che li circonda, ma un drammatico evento lo costringe a fare i conti con la realtà e la sua idea di educazione…


Viggo Mortensen in una scena di Captain FantasticFino a che punto un genitore si può spingere per offrire ai propri figli uno stile di vita migliore? Questo è l’interrogativo che si pone il protagonista di Captain Fantastic, padre di sei ragazzi unici quanto i loro nomi. Il tema dell’educazione e dell’amore paterno è il fulcro della nuova pellicola di Matt Ross, regista e sceneggiatore di un film divertente e commovente, un mix di dramma, commedia e road movie che ha per protagonista una famiglia fuori dall’ordinario.

Viggo Mortensen e Trin Miller in Captain FantasticProbabilmente, la personale esperienza di vita in alcune comuni ha permesso al regista di raccontare con sensibilità e originalità la storia di una famiglia diversa, che vive al di fuori degli schemi ma in cui ognuno viene incoraggiato a pensare ed esprimere con intelligenza le sue idee. Il patriarca di questo gruppo famigliare sui generis ha fornito ai suoi ragazzi un’educazione fisica e culturale notevoli, che li ha resi istruiti e atletici, ma anche completamente impreparati ad affrontare il mondo esterno con cui a un certo punto devono riallacciare i rapporti.

Viggo Mortensen in Captain FantasticNarrativamente e stilisticamente, Captain Fantastic è diviso in due parti: la prima ambientata nella foresta, in cui si descrive la vita della famiglia Cash come se fosse una favola, a partire dall’emozionante scena di caccia d’apertura per proseguire poi con scene di allenamento estremo e dialoghi surreali. La seconda parte della storia, invece, si svolge nella società civile con cui Ben e i suoi figli tornano in contatto e che, non solo mette in discussione il sistema educativo paterno, ma evidenzia anche le difficoltà relazionali dei ragazzi. La componente fantastica e surreale prevale nella prima parte del film – evidenziata anche dalla bellissima fotografia di Stéphane Fontaine che mostra tutto il fascino della foresta – mentre comicità, ironia ed emozioni prevalgono nella coloratissima seconda metà.

Una scena di Captain FantasticIl regista segue con affetto il percorso dei suoi personaggi, soprattutto quello del padre, senza giudicare o fornire facili soluzioni alle questioni importanti che vengono sollevate, ma lasciando agli spettatori tanto materiale per riflettere. Il pregio di Captain Fantastic è di essere un film che diverte, commuove e fa pensare, interpretato da un ottimo cast in cui si distingue un Viggo Mortensen in stato di grazia, davvero credibile nel ruolo di un padre carismatico e affettuoso.


La locandina di Captain FantasticTitolo: Captain Fantastic (Id.)
Regia: Matt Ross
Sceneggiatura: Matt Ross
Fotografia: Stéphane Fontaine
Interpreti: Viggo Mortensen, Frank Langella, Missi Pyle, Erin Moriarty, George MacKay, Ann Dowd, Samantha Isler, Annalise Basso, Kathryn Hahn, Steve Zahn, Nicholas Hamilton, Shree Crooks, Charlie Shotwell, Trin Miller, Elijah Stevenson, Teddy Van Ee
Nazionalità: USA, 2016
Durata: 1h. 59′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].