Stai leggendo:

Downsizing di Alexander Payne

3 settembre 2017 Recensioni 0 Commenti
Festival di Venezia 2017

Universal, 21 Dicembre 2017 – Satirico

Per risolvere l’esplosione demografica, l’umanità ha sviluppato una tecnologia che permette alla gente di rimpicciolirsi e vivere in un universo in miniatura. Paul Safranek convince la moglie a sottoporsi con lui all’operazione, ma all’ultimo momento la donna cambia idea…


Dopo aver esplorato per quasi vent’anni il tema del road movie (e averne tratto lavori memorabili come A proposito di Schmidt, Sideways e lo straordinario Nebraska), Alexander Payne si cimenta in un progetto nettamente diverso e molto più ambizioso. Il viaggio nel mondo dei lillipuziani di un Matt Damon sotto tono inizia pero’ nello stesso Nebraska dove Payne ha ambientato la maggior parte dei suoi lavori, e nello sguardo insicuro del protagonista trapela la stessa difficoltà di stare al mondo dei suoi precedenti protagonisti.

Downsizing affronta temi di un certo spessore (l’esplosione demografica, il cambiamento climatico, la crisi economica…) e ci sono momenti in cui la vita in miniatura di Paul scivola nel melodramma, ma chi ama lo humor di Payne può stare tranquillo: l’ironia che permeava i lavori precedenti brilla anche in quest’ultimo, e si accende proprio quando ce n’è più bisogno. Merito anche di un memorabile Christoph Waltz, qui in versione gangster serbo alto dodici centimetri, a cui spetterà il compito di far aprire gli occhi a Paul sulla triste verità dietro il mondo delle favole di Downsizing: «la gente non si rimpicciolisce per salvare il pianeta, lo fa per avere le cose che solo i ricchi possono permettersi!»
La vita del mondo lillipuziano costa infinitamente meno che in quello su scala reale, e Downsizing funziona meglio proprio quando Payne si diverte a mettere a nudo l’egoismo dei lillipuziani, prendendosi gioco della retorica ambientalista alla base della loro scelta. Inciampa, invece, quando la critica si trasforma in una stucchevole parabola morale, rallentando il ritmo della narrazione.

Distante anni luce dagli ultimi lavori di Payne, il dramma di Paul è portato in scena con lo stesso sguardo pieno di compassione con cui il regista ha ritratto i protagonisti dei suoi film precedenti. Downsizing riesce a strappare più di qualche risata, ma come sempre nei lavori di Payne, hanno tutte un retrogusto malinconico.


La locandinaTitolo: Downsizing
Regia: Alexander Payne
Sceneggiatura: Alexander Payne, Jim Taylor
Fotografia: Phedon Papamichael
Interpreti: Matt Damon, Christoph Waltz, Kristen Wiig, Brigette Lundy-Paine, Laura Dern, Jason Sudeikis, Neil Patrick Harris, James Van Der Beek, Joaquim de Almeida, Margo Martindale, Udo Kier, Kristen Swanson, Hong Chau, Diana Krall
Nazionalità: USA, 2017
Durata: 2h. 05′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].