Stai leggendo:

First Reformed di Paul Schrader

2 settembre 2017 Recensioni 0 Commenti
Festival di Venezia 2017

Inedito in Italia – Solipsista

Un ex-cappellano militare, ritiratosi in provincia dopo la morte in guerra del figlio, riceve la richiesta d’aiuto di una parrocchiana. Il marito di lei fa parte di un movimento ambientalista e la situazione climatica globale lo spinge in una profonda depressione. Mentre l’anniversario della chiesa si avvicina, le convinzioni del sacerdote vacillano…


Con First Reformed, Paul Schrader si risolleva in parte dalla scarsa qualità dei suoi ultimi lavori, e anche in quest’occasione sembra non volersi spostare di una virgola dai temi che più gli interessano, quali lo scontro tra religione e morale, il senso di colpa e l’incomunicabilità più esasperata e a tratti violenta. Sia a livello narrativo sia visivo, il regista esclude per quasi tutto il film qualsiasi orpello accessorio, in favore di una costruzione secca e rigorosa di immagini e dialoghi, così da far risaltare le battaglie verbali che il sacerdote protagonista affronta nel suo percorso. La storia procede in modo lineare, svolta dopo svolta senza enfasi inutili ma mirando alla sostanza di fatti e parole, così come la luce sui volti dei personaggi serve a scavarli e sottolineare il loro male di vivere.

La parola chiave di tutto, purtroppo, è “quasi”. Quasi perché, nel tentativo di dare significato all’unico rapporto positivo del film, il regista infila una delle scene più pacchiane degli ultimi anni, bruciando in malo modo tutta la tensione costruita fino a quel punto e scivolando da lì in poi, inesorabilmente, verso un finale svilente e forzato, davvero non richiesto.

È un peccato per le comunque ottime prove offerte da Amanda Seyfried e da un Ethan Hawke encomiabile, ma l’impressione è che le cose a un certo punto siano decisamente sfuggite di mano al regista, che si gioca così quella che poteva essere una possibilità per una decisa riabilitazione agli occhi della critica. Quello che rimane è un film che spreca parte del suo potenziale pur rimanendo in grado di far discutere animatamente detrattori e sostenitori.


La locandinaTitolo: First Reformed
Regia: Paul Schrader
Sceneggiatura: Paul Schrader
Fotografia: Alexander Dynan
Interpreti: Amanda Seyfried, Ethan Hawke, Michael Gaston, Cedric the Entertainer, Philip Ettinger, Victoria Hill, Bill Hoag, Mahaleia Gray, Frank Rodriguez, Satchel Eden Bell, Michael Metta, Elanna White, Delano Montgomery, Joseph Anthony Jerez, Jake Alden-Falconer
Nazionalità: USA, 2017
Durata: 1h. 48′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].