Stai leggendo:

Hostiles - Ostili di Scott Cooper

22 marzo 2018 Recensioni 0 Commenti
Hostiles - Ostili

Notorious, 22 Marzo 2018 – Epico

Il leggendario Capitano Joseph Blocker viene incaricato di scortare un capo guerriero Cheyenne e la sua famiglia fino alla loro terra natia. Si unisce a loro una giovane donna sopravvissuta al massacro dei Comanche, che durante il viaggio affronta come loro i propri pregiudizi, sopravvivendo a un paesaggio ostile e spesso spietato…


Con Hostiles – Ostili, Scott Cooper realizza un western ambientato nel 1892 ma adattabile a qualsiasi momento della storia americana. Donald Stewart (Caccia a ottobre rosso, Giochi di potere) ha infatti scritto un soggetto che tratta questioni universali, attento a evitare le insidie tipiche di un film d’epoca, tenendosi lontano dagli abusati stereotipi dei western tradizionali. La violenza è indiscriminata e il confine tra nemico e alleato, vincente e perdente, è così sfocato da essere irriconoscibile.

Gli elementi umani della storia sono fondamentali: combattenti tenaci forgiati dalla sofferenza, dalla violenza e dalla perdita, posseduti da sospetto e rabbia. La loro trasformazione, da uno stato di antagonismo e di paura a uno di compassione e tolleranza, diventa la testimonianza dell’adattabilità dello spirito umano e della nostra capacità di cambiamento. L’annessione di Rosalee (Rosamund Pike) al viaggio è il primo atto collettivo e lei diventa il punto di partenza dello sviluppo del rapporto tra la famiglia di Falco Giallo (Wes Studi), Blocker (Christian Bale) e gli uomini. Bale sviluppa un ricco ventaglio emotivo per Blocker, un uomo che ha assorbito il trauma di decenni di battaglie, tanto da esserne stato deformato.

Hostiles – Ostili è girato tra il Nuovo Messico e il Colorado per la loro bellezza ruvida e la suggestiva grammatica visiva degli spazi selvaggi. Il paesaggio sposa perfettamente l’evoluzione emotiva dei personaggi, relazionati da campi lunghi a primi piani. Il direttore della fotografia Masanobu Takayanagi si preoccupa tanto dell’autenticità, usa i contrasti estremi e sontuosi della luce del Nuovo Messico creando una tavolozza di colori essenziale che si basi proprio su quella luce contrastante. Rifugge le mille sfumature di colore, mantenendo un’estetica quasi in bianco e nero, che viene accentuata da toni caldi color seppia.

Hostiles – Ostili è un ethos senza tempo, un film soprattutto esistenziale. Il paesaggio umano è così vasto, ci sono enormi interazioni tra questi personaggi: tutti hanno visto le tenebre e ne sono stati influenzati in modi diversi.


La locandina di Hostiles - OstiliTitolo: Hostiles – Ostili (Hostiles)
Regia: Scott Cooper
Sceneggiatura: Donald Stewart
Fotografia: Masanobu Takayanagi
Interpreti: Christian Bale, Rosamund Pike, Wes Studi, Jesse Plemons, Adam Beach, Rory Cochrane, Peter Mullan, Scott Wilson, Paul Anderson, Timothée Chalamet, Ben Foster, Jonathan Majors, John Benjamin Hickey, Bill Camp, Ryan Bingham, Robyn Malcolm
Nazionalità: USA, 2017
Durata: 2h. 07′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].