Stai leggendo:

"Il Favoloso Mondo di Amélie" di Jean-Pierre Jeunet

15 gennaio 2002 Recensioni 0 Commenti
Il Favoloso Mondo di Amélie

Bim, 25 Gennaio 2002 – Favoloso

Amélie Poulain è cresciuta senza incontrare nessuno se non i suoi genitori, per cui ha un approccio molto particolare col mondo esterno. E’ buona di cuore semplicemente perché non ha mai incontrato il Male, ma sa cos’è l’Amore anche se non l’ha ancora trovato. Amélie vuole aiutare gli altri, e fa di tutto per riuscirci…


Audrey Tautou in Il Favoloso Mondo di AmélieSono pochi, i registi europei che hanno la fantasia visiva e visionaria di Jean-Pierre Jeunet. E non c’è forse nessun regista, in Europa, che sa creare un microcosmo completamente irreale ma assolutamente credibile come riesce a fare lui. Il Favoloso Mondo di Amélie, pur essendo pieno di invenzioni visive, è un film meno visionario delle sue due opere europee precedenti, ma ha il vantaggio di inserire il tipico insieme di personaggi jeunetteschi all’interno di uno scenario reale, pur continuando a farli vivere nel loro mondo personale.

Audrey Tautou in una scena di Il Favoloso Mondo di AmélieAmélie è un personaggio ingenuo, semplice ma non sempliciotto, e questa sua ingenuità ci è trasmessa attraverso sequenze e dialoghi che potrebbero essere plausibili solo in un cartone animato. E proprio qui sta la bravura di regista e attori (tutti perfetti): nel farci credere ad una sceneggiatura bella ma assolutamente irreale.

Le due ore di pellicola possono sembrare troppe, soprattutto durante l’introduzione e l’epilogo, ma non si può ridurre l’universo di Jeunet ad una semplice analisi tecnica: nel suo mondo c’è molto di più, nei suoi film c’è molto di più. Magari anche un Oscar.


La locandina di Il Favoloso Mondo di AmélieTitolo: Il Favoloso Mondo di Amélie (Le fabuleux destin d’Amélie Poulain)
Regia: Jean-Pierre Jeunet
Sceneggiatura: Guillaume Laurent, Jean-Pierre Jeunet
Fotografia: Bruno Delbonnel
Interpreti: Audrey Tautou, Mathieu Kassovitz, Rufus, Yolande Moreau, Arthus de Penguern, Urbain Cancellier, Dominique Pinon, Meurice Benichou, Claude Perron, Jamel Debbouze
Nazionalità: Francia, 2000
Durata: 2h.


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.