Stai leggendo:

Il Principe di Ostia Bronx di Raffaele Passerini

23 giugno 2017 Recensioni 0 Commenti
Il Principe di Ostia Bronx

Inedito in Italia – Prezioso

Due attori rifiutati dal teatro, dall’Accademia e dal cinema decidono di mettere in scena i loro spettacoli su una spiaggia di Ostia. Pur considerati dei falliti da molti, in vent’anni i due attori sono riusciti a conquistarsi il plauso del pubblico che li porta nel cuore come il Principe e la Contessa, almeno per un giorno…


Una scena di Il Principe di Ostia BronxCon molto coraggio e una buona dose d’ironia, il regista Raffaele Passerini riesce dove molti documentaristi hanno fallito: nel raccontare, utilizzando la forma del documentario, quella che è una storia prettamente cinematografica, dove niente è mai lasciato al caso, ma perfettamente calibrato nell’insieme, al fine di ottenere un risultato omogeneo e molto ben orchestrato. Il Principe di Ostia Bronx non è, quindi, il classico documentario sulle vicende di due poveri “figli di un dio minore”, ma un apologo molto più profondo e toccante sull’arte e sulle miserie che essa provoca nell’essere umano, unito anche a quello che è – cosa rara di questi tempi – il sacro fuoco.

Una scena di Il Principe di Ostia BronxNon importa quanto bravi i due “attori” siano realmente nei loro monologhi o negli spettacoli improvvisati; come Passerini vuole fare intuire, è la forza e determinazione che li rende tanto determinati da andare avanti in quello che fanno, sempre e comunque. Difficile, quindi, non affezionarsi a loro, sia umanamente sia artisticamente, perché sotto la scorza dell’attore si cela bene un cuore umano che pulsa e che, ricco di quell’humus vitale che dà forza alle cose, ma soprattutto c’è una dignità in quello che fanno e non un degrado. Ed è questo il punto di forza di questo ibrido tra film e documentario: abbandonare l’aspetto sociale di quello che circonda i protagonisti e loro stessi e concentrarsi su cosa sono e cosa vogliono essere per davvero, fosse anche solo per un giorno.

Una scena di Il Principe di Ostia BronxTra riferimenti kitsch, pop art e, anche, prettamente cinematografici, Il Principe di Ostia Bronx è davvero un piccolo gioiellino, che non solo regala due ottime performance agli attori, ma ci fa scoprire un regista che ha molto da raccontare. Non solo sotto un profilo squisitamente narrativo ma anche tecnico, poiché tutto – dalla colonna sonora alla fotografia – è curato con amore e attenzione maniacale.


La locandina di Il Principe di Ostia BronxTitolo: Il Principe di Ostia Bronx
Regia: Raffaele Passerini
Sceneggiatura: Raffaele Passerini
Fotografia: Raffaele Passerini
Interpreti: Dario Galetti Magnani
Nazionalità: Italia, 2017
Durata: 1h. 01′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].