Stai leggendo:

"In the Mood for Love" di Wong Kar-wai

11 febbraio 2001 Recensioni 0 Commenti
In the Mood for Love

Medusa, 27 Ottobre 2000 – Poetico

Hong Kong, anni 60. Un uomo e una donna, vicini di casa e lasciati spesso soli dai rispettivi coniugi, scoprono gradualmente un’alta affinità spirituale. Entrambi si oppongono ai sentimenti che stanno nascendo e rimangono con i propri compagni, perché per loro non c’è futuro comune…


Tony Leung in In the Mood for LoveIl cinema di Hong Kong ci ha abituato a visioni di combattimenti, spade, raffiche di mitra, evoluzioni acrobatiche di ogni genere. Wong Kar-wai fa invece parte da sempre del versante intimista di questo cinema. Di lui abbiamo già apprezzato Angeli perduti ed Happy Together, con cui vinse a Cannes il premio per la regia nel 1997, ma questa volta raggiunge livelli di poesia decisamente più alti.

Le parole, i gesti, gli sguardi dei due protagonisti si trovano sempre nella sfera del “non detto” e soprattutto del “non avvenuto”, anche se il regista indugia a mostrarci sempre i loro incontri, le loro conversazioni, i loro occhi…

Maggie Cheung in In the Mood for LoveIl vero fascino del film è nella cura estrema dei costumi e delle scenografie, nell’uso del ralenti e dei primi piani, e nell’inserimento di una colonna sonora perfetta per il film. La musica e le immagini ossessivamente riproposte non disturbano mai lo spettatore, fanno parte della sensazione di ineluttabilità e predestinazione che fa da sfondo a tutta la storia. Gli abiti sensualissimi di lei, le tende rosse che oscillano pigramente nei corridoi dell’albergo, le tappezzerie, gli ambienti saturi di vapore e rumore, tutto contribuisce a creare una sensazione struggente di nostalgia, di rimpianto per quello che poteva avvenire ma non ha mai avuto alcuna possibilità di realizzarsi, di poesia, che coinvolge lo spettatore, e lo lascia allo stesso tempo commosso e amareggiato.


La locandinaTitolo: In the Mood for Love (Fa yeung nin wa)
Regia: Wong Kar-wai
Sceneggiatura: Wong Kar-wai
Fotografia: Christopher Doyle, Mark Lee Ping-bin
Interpreti: Tony Leung Chiu Wai, Maggie Cheung, Lai Chen, Rebecca Pan, Siu Ping-Lam, Chin Chi-Ang, Chan Man-Lei, Koo Kam-Wah, Chow Po-Chun, Yu Hsien, Paulyn Sun, Wong Man-Lei, Julien Carbon
Nazionalità: Francia – Hong Kong – Thailandia, 2000
Durata: 1h. 44′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.