Stai leggendo:

"Lars e una ragazza tutta sua" di Craig Gillespie

13 dicembre 2007 Recensioni 0 Commenti
Lars e una ragazza tutta sua

DNC, 4 Gennaio 2008 – Geniale

Lars è un ragazzo schivo, che vive una vita triste in un gelido paesino del Wisconsin. Neanche coi vicini di casa – suo fratello e sua cognata – riesce ad avere un rapporto “normale”, almeno finché non confessa loro di aver trovato la donna della sua vita: una bambola al silicone a grandezza naturale comprata su internet…


Ryan Goslin in Lars e una ragazza tutta suaToccante, divertente, geniale. Uno dei migliori film della stagione. Lars e una ragazza tutta sua è un piccolo grande film indipendente il cui maggior pregio è la capacità di coniugare e contrapporre allo stesso tempo il dolce e l’amaro dei sentimenti, la desolante difficoltà di comunicazione che c’è oggi tra le persone, l’ipocrisia delle relazioni e la fugacità dell’amore in tutte le sue forme e manifestazioni. Proprio l’amore, un sentimento in cui non si rischia più e che sempre più spesso viene temuto anziché inseguito.
Paul Schneider, Emily Mortimer, Ryan Goslin e Bianca la bambola in una scena di Lars e una ragazza tutta suaIn un mondo in cui tutto ciò che desideriamo è a portata di click e basta solo avere una carta di credito e una connessione internet, nulla o quasi ha più valore. Quella di Lars è una nevrosi estrema ma è anche il sintomo di un malessere sociale che tutti, specie le nuove generazioni, finiamo inevitabilmente per somatizzare, in una forma più o meno acuta. Non si ha mai, infatti, l’impressione che ad essere malato di mente sia Lars, ma piuttosto che ad essere pazzi siano tutti gli altri. Paradossalmente la più “normale”, in questa storia a metà tra una delicata fiaba e il dramma sentimentale, sembra essere proprio la bambola, una presenza muta e immobile, a tratti inquietante; un alter ego che Lars userà per saziare il suo bisogno di normalità e colmare finalmente il suo cuore dell’affetto che non ha mai avuto da nessuno.

Patricia Clarkson in Lars e una ragazza tutta suaDiretto da Craig Gillespie, famoso regista di spot pubblicitari e videoclip, Lars e una ragazza tutta sua nasce dalla scioccante scoperta che la sceneggiatrice Nancy Olivier – produttrice e autrice di diversi episodi di Six Feet Under – si trovò a fare durante una ricerca nel web. Un giorno si imbatté infatti nella RealDoll, una società di San Diego che vende in tutto il mondo tramite corrispondenza donne di silicone “anatomicamente corrette”. Sia chiaro: nel film non c’è alcun doppio senso a sfondo sessuale, anzi non si fa neanche la minima allusione all’argomento; la surreale avventura di Lars analizza piuttosto l’umana fragilità dinanzi alla solitudine e alle incomprensioni, e Gillespie è stato indubbiamente abile a tenere per tutto il tempo in equilibrio il suo film tra leggerezza e introspezione sociologica, sempre attento a non cadere mai né dall’una né dall’altra parte.

Ryan Goslin con Kelli Garner sullo sfondo in una scena di Lars e una ragazza tutta suaLievemente surreale, tragicomico e ben recitato da tutti gli attori, Lars e una ragazza tutta sua è un film imperdibile, una storia che fa ridere e piangere allo stesso tempo, uno dei tanti gioielli che ha impreziosito la 25ma edizione del Torino Film Festival (accaparrandosi il Premio del Pubblico) e che ha brillato soprattutto grazie alla memorabile performance di Ryan Gosling, uno dei volti nuovi più accattivanti e talentosi della Hollywood meno svenduta, già candidato all’Oscar come protagonista di Half Nelson.


La locandina di Lars e una ragazza tutta suaTitolo: Lars e una ragazza tutta sua (Lars and the Real Girl)
Regia: Craig Gillespie
Sceneggiatura: Nancy Oliver
Fotografia: Adam Kimmel
Interpreti: Ryan Gosling, Emily Mortimer, Paul Schneider, Patricia Clarkson, Kelli Garner, R.D. Reid, Nancy Beatty, Doug Lennox, Joe Bostick, Liz Gordon, Nicky Guadagni, Karen Robinson, Maxwell McCabe-Lokos, Billy Parrott
Nazionalità: USA, 2007
Durata: 1h. 46′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.