Stai leggendo:

"Animali notturni" di Tom Ford

2 settembre 2016 Recensioni 0 Commenti
Animali notturni

Universal, 17 Novembre 2016 – Elegante

Susan e’ una donna affermata ma insoddisfatta della sua vita. Un giorno riceve dall’ex-marito Edward, con cui non è più in contatto da tempo, il manoscritto di un romanzo. La lettura di quella storia inquietante e violenta la turba profondamente e la spinge a ripensare al suo rapporto con Edward e alle scelte di vita fatte…


Amy Adams in Animali notturniDopo il fortunato esordio con A Single Man, presentato in concorso alla 66a Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia e premiato con la coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile, Tom Ford torna al Festival con Animali notturni, adattando per lo schermo il romanzo Tony e Susan di Austin Wright. Il regista è anche l’autore della sceneggiatura che ha comunque modificato, in alcuni punti, rispetto al testo originale.

La vicenda è raccontata principalmente dal punto di vista di Susan, intrappolata in una vita che non le piace e tormentata dai ricordi del passato, ma soprattutto dal pensiero delle scelte compiute nel corso della vita, che l’hanno portata ad essere una persona diversa da quella che avrebbe voluto diventare. I continui primi piani sul suo volto costantemente malinconico, accompagnati da una musica struggente, descrivono tutte le emozioni che lei prova.
Jake Gyllenhaal e Michael Shannon in una scena di Animali notturniA partire dall’arrivo del manoscritto la trama di Animali notturni si muove su due piani narrativi diversi e diametralmente opposti: il presente vissuto dalla protagonista e quello raccontato nella finzione letteraria. Gli eventi narrati si svolgono in luoghi differenti e diametralmente opposti, e raccontano emozioni e stati d’animo diversi. Nel presente Susan vive a Los Angeles, in un mondo elegante in cui dominano i colori tenui, mentre il protagonista del romanzo che lei sta leggendo si trova in Texas, in una terra calda e solare in cui domina una natura selvaggia. Le due storie scorrono parallelamente, e ad esse si intreccia, attraverso dei flashback, il passato di Susan e il ricordo doloroso delle scelte compiute.

Ford ha girato un film intenso che parla di emozioni, di rapporti umani e delle conseguenze che derivano dalle singole azioni. Come il precedente A Single Man anche Animali notturni è un film stilisticamente elegante, da tutti i punti di vista: regia, costumi, immagini… Un film visivamente accattivante, e senza dubbio il background di Tom Ford – stilista approdato al cinema – gioca un ruolo significativo.

Jake Gyllenhaal in Animali notturniParte del fascino di questo film è dovuto anche alle solide interpretazioni di un ottimo cast, che vede Amy Adams nel ruolo di Susan e Jake Gyllenhaall in quello del protagonista del manoscritto. Con una interpretazione contenuta ed elegante, la Adams riesce a esprimere i turbamenti e le emozioni che dominano Susan, così come un intenso Gyllenhaall si cala perfettamente nei panni di un uomo emotivamente distrutto da una terribile esperienza.


La locandina di Animali notturniTitolo: Animali notturni (Nocturnal Animals)
Regia: Tom Ford
Sceneggiatura: Tom Ford
Fotografia: Seamus McGarvey
Interpreti: Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Michael Shannon, Aaron Taylor Johnson, Isla Fisher, Karl Glusman, Armie Hammer, Laura Linney, Andrea Riseborough, Michael Sheen, Jena Malone,
Nazionalità: USA, 2016
Durata: 1h. 56′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre