Stai leggendo:

One Day di Lone Scherfig

20 dicembre 2016 Recensioni 0 Commenti
One Day

Bim, 11 Novembre 2011 – Antologico

1988: Emma e Dexter passano assieme la notte subito dopo essersi laureati. Da allora, l’anniversario di quel primo incontro vedrà i due amici ritrovarsi anno dopo anno, mentre le loro vite prenderanno percorsi inaspettati…


Jim Sturgess e Anne Hathaway in una scena di One DayAssistere alla proiezione di One Day è un’esperienza che ricorda da vicino la sensazione di sfogliare un album di vecchie foto: nostalgia, un po’ di imbarazzo qua e là, consapevolezza di non essere più quelli gli stessi che si vedono in quelle immagini. Il film in realtà ha buona parte dei difetti del sentimentale  come viene visto a Hollywood, tra cui la prevedibilità dello sviluppo, ma può vantare una forma di racconto molto particolare, che ne rappresenta l’anima stessa.

Jim Sturgess e Anne Hathaway in One DayI due protagonisti vengono inquadrati con precisione anno dopo anno, con pochissimi sprechi di parole a spiegare quanto vissuto tra un quindici luglio e quello dell’anno successivo, per vederli vivere un costante presente. Non si fa tempo ad abituarsi a una situazione, che questa viene chiusa – sempre con naturalezza – e si scivola a quella dell’anno successivo, per vedere a che punto sono arrivati Emma e Dexter.

Anne Hathaway e Jim Sturgess in One DayPer quanto difficile potesse essere riassumere vent’anni di vita in poco più di un’ora e mezzo di film, la catena degli eventi è abbastanza fluida da permettere allo spettatore di legare con i personaggi e ritrovarvi situazioni reali. Per assurdo, c’è più verosimiglianza in questa serie di sequenze separate che in tanti altri film dove amore e amicizia nascono e si spengono nel giro di pochissimo. I sentimenti reali, spesso, richiedono tempo.

Anne Hathaway e Jim Sturgess in una scena di One DayAnne Hathaway e Jim Sturgess danno vita ai due protagonisti secondo le rispettive capacità, e poco importa se lei è decisamente superiore a lui dall’inizio alla fine, tanta è l’intesa che la regista e il copione riescono a creare tra loro due. È anche grazie al loro carisma e capacità di cavalcare il mutevole ritmo dei dialoghi che alcuni passaggi che sarebbero potuti sembrare luoghi comuni appaiono invece come eventi inevitabili presenti nelle vite di chiunque.

Anne Hathaway e Jim Sturgess in un momento di One DayOne Day è quindi una storia d’amore come tante se ne sono viste sul grande schermo, ma con avvenimenti e protagonisti tratteggiati abbastanza bene da apparire speciali, che potrebbe addirittura invogliare lo spettatore a recuperare il romanzo originale di David Nicchols (Un giorno, pubblicato in Italia da Neri Pozza) per scoprire cosa sia rimasto sommerso in un adattamento compresso ma coinvolgente.


La locandina di One DayTitolo: One Day (Id.)
Regia: Lone Scherfig
Sceneggiatura: David Nicholls
Fotografia: Benoît Delhomme
Interpreti: Anne Hathaway, Jim Sturgess, Patricia Clarkson, Tom Mison, Jodie Whittaker, Rafe Spall, Joséphine de La Baume, Ken Stott, Heida Reed, Amanda Fairbank-Hynes, Gil Alma, Georgia King, Ukweli Roach, Romola Garai, Matthew Beard, Toby Regbo
Nazionalità: USA – Regno Unito, 2011
Durata: 1h. 47′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.