Stai leggendo:

"P.S. Ti amo" di Dylan Kidd

3 settembre 2004 Recensioni 0 Commenti
Paola Cavallini, 3 Settembre 2004: Piatto
Disponibile in home-video

Divorziata, alle soglie dei 40 anni, Louise è una docente universitaria che sta vagliando le richieste di ammissione dei nuovi studenti al suo corso. Uno dei ragazzi ha lo stesso nome del suo grande amore, morto in un incidente d’auto vent’anni prima, e la cosa le sconvolge la vita…


Louise ha 39 anni, è una bella donna, docente universitaria alla Columbia. Sta seguendo la selezione delle domande di ammissione dei nuovi studenti del suo corso. Un giorno arriva sul suo tavolo la domanda di un giovane, omonimo di un ragazzo che Louise aveva quando frequentava l’università e che morì tragicamente in un incidente d’auto. Quella vicenda l’ha segnata profondamente ed ancora oggi, con un matrimonio fallito alle spalle, il ricordo di quell’esperienza non la abbandona. Fino ad oggi la sua vita si è divisa tra la madre, il fratello con cui ha un pessimo rapporto, un’amica che è praticamente una iena, l’ex marito sessuomane; ora l’apparizione di Paul darà una scossa alla sua esistenza e le aprirà le porte ad una nuova vita.

Una vicenda abbastanza semplice nello svolgimento ed allo stesso tempo complessa per quanto riguarda i sentimenti che la sottendon, quella di P.S.. I personaggi del film, che all’inizio appaiono tutti come “normali”, riveleranno poi di possedere segreti, ansie, dolori, problemi che rimangono normalmente nascosti agli occhi di tutti. Louise sembra una donna soddisfatta, “arrivata” dal punto di vista del lavoro, ed è invece una persona ossessionata dal passato; il suo ex marito è un affermato professore che si rivelerà essere un sessuomane traditore; l’amica di Louise ci appare inizialmente sollecita e simpatica, e scopriremo che invece è una donna abbastanza meschina, tutt’altro che un’amica.

P.S. è un film che trova gran parte del suo valore nella prestazione dei suoi attori, proprio perché costruito su una trama abbastanza esile, non caratterizzata da eventi dirompenti né in senso positivo, né in negativo. L’interpretazione di Laura Linney nella parte di Louise, di Gabriel Byrne in quella del suo ex marito, e dell’amica Marcia Gay Harden danno uno spessore interessante al film che, pur non essendo un capolavoro, riesce comunque ad interessare lo spettatore e a coinvolgerlo nelle vicende dei protagonisti che, in fondo in fondo, non hanno vite molto diverse dalle nostre.

Se un appunto si può fare a P.S. è proprio quello di avere poco mordente, di rimanere sempre un po’ troppo leggero rispetto ai temi che tratta. Come spesso accade, la confezione è migliore del contenuto, e un alto livello tecnico, unito ad un cast di tutto rispetto, non fanno un capolavoro, ma un film comunque abbastanza interessante e piacevole, che promette più di quello che mantiene.


Titolo: P.S. Ti amo (p.s.)
Regia: Dylan Kidd
Sceneggiatura: Dylan Kidd
Fotografia: Joaquin Baca-Asay
Interpreti: Laura Linney, Topher Grace, Gabriel Byrne, Marcia Gay Harden, Paul Rudd, Jennifer Carta, Ross A. McIntyre, Chris Meyer, Becki Newton, Lois Smith

Nazionalità: USA, 2004
Durata: 1h. 37′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre