Stai leggendo:

Snowden di Oliver Stone

24 novembre 2016 Recensioni 1 Commento
Snowden

Bim, 24 Novembre 2016 – Vibrante

Edward Snowden, analista informatico per la la CIA e in seguito la NSA, decide di rendere pubblico il programma di sorveglianza di massa usato segretamente da Stati Uniti e Gran Bretagna. Rifugiatosi a Hong Kong, rivela a due giornalisti e una documentarista i dettagli delle violazioni della privacy ad opera della NSA…


Melissa Leo, Joseph Gordon-Levitt, Tom Wilkinson e Zachary Quinto in SnowdenOliver Stone torna al cinema con un film appassionato e vibrante, in cui affronta nuovamente temi a lui cari, ovvero politica, complotti, cospirazioni e la lotta del singolo individuo per l’affermazione della verità. Traendo spunto dai libri The Snowden Files di Luke Harding e Time of Octopus di Anatoly Kutchera, e naturalmente dall’ottimo documentario di Laura Poitras Citizen Four vincitore dell’Oscar nel 2015, il regista statunitense racconta una storia che, se non fosse vera, sembrerebbe creata ad arte per diffondere la paranoia del controllo globale.

Joseph Gordon-Levitt e Ben Schnetzer in SnowdenIl film ripercorre con stile cronachistico dieci anni della vita dell’esperto informatico Edward Snowden, dall’ingresso nel corpo dei Marine con repentino congedo per problemi di salute, fino alla rapida carriera nella CIA prima e nella National Security Agency poi, per arrivare nel 2013 all’abbandono del lavoro e alle rivelazioni alla stampa di informazioni riservate. Questa narrazione a tappe permette al regista di inquadrare il personaggio Snowden e di ricostruire il percorso ideologico e interiore di un uomo che, da patriota convinto e sincero si è trasformato in un informatore, un traditore del suo paese per alcuni, un eroe per altri. Da che parte stia Stone è chiaro fino dal principio: per lui Snowden è un eroe, una sorta di cavaliere moderno che in nome dell’etica e della giustizia si è battuto contro un gigante potente e pericoloso, ha messo a repentaglio la sua stessa vita e infine è stato costretto all’esilio in un paese straniero.

Rhys Ifans e Joseph Gordon-Levitt in SnowdenGrazie a un montaggio serrato, di cui Stone è un vero maestro, il film racconta una vicenda appassionante e inquietante, e senza scendere troppo in dettagli tecnici che risulterebbero ostici ai più, spiega in modo semplice come sia stato possibile realizzare e usare segretamente sofisticati programmi informatici destinati al controllo di ogni forma di comunicazione a livello globale. Il film si avvale inoltre di un ottimo cast, composto da attori di fama internazionale tra cui si distingue particolarmente Joseph Gordon-Levitt, bravissimo nella sua interpretazione mimetica di Edward Snowden e nel sapere esprimere il tormento interiore di un uomo dilaniato da un dilemma etico che lo spinge a “tradire” il suo paese in nome della verità e della giustizia.

Una critica che si potrebbe muovere a Stone è quella di avere voluto presentare il protagonista esclusivamente come un “bravo ragazzo”, e di averne messo in evidenza soprattutto i lati positivi, attraverso una narrazione lineare e schematica, ma forse tutto questo era necessario per far conoscere meglio i vari aspetti di una vicenda importante nota ma forse non così tanto.


La locandina di SnowdenTitolo: Snowden (Id.)
Regia: Oliver Stone
Sceneggiatura: Kieran Fitzgerald, Oliver Stone
Fotografia: Anthony Dod Mantle
Interpreti: Joseph Gordon-Levitt, Shailene Woodley, Melissa Leo, Zachary Quinto, Tom Wilkinson, Rhys Ifans, Nicolas Cage, Ben Schnetzer, Keith Stanfield, Robert Firth, Joely Richardson, Timothy Olyphant, Scott Eastwood, Keith Stanfield, Ben Chaplin, Edward Snowden
Nazionalità: Francia – Germania – USA, 2016
Durata: 2h. 14′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Skumkyman ha detto:

    Ben argomentato, ben interpretato… Ma forse un Po asettico? Non mi ha emozionato.

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].