Stai leggendo:

Soundtrack: “Il concerto” di Armand Amar

5 aprile 2010 Soundtrack 2 Commenti
Luca Villari, 3 Marzo 2010: * * * ½
In collaborazione con Colonne Sonore

L’avvolgente pellicola di Radu Mihaileanu non poteva non avere una colonna sonora di prim’ordine, per poter essere intensa come il regista voleva. A fianco di Mozart, Mahler e Tchaikovsky, le musiche originali sono di Armand Amar, uno dei compositori più apprezzati dal cinema francese…


Armand Amar, che qualcuno forse ricorderà per la bella colonna sonora del documentario di Gilles de Maiestre Il primo respiro, firma la colonna sonora del nuovo film di Radu Mihaleanu. La nuova commedia del regista di Train de vie in realtà è tutta un’opera musicale, un film che di musica si nutre, e non è infatti un caso che la musica originale all’interno del film sia pochissima e che la colonna sonora della pellicola, pubblicata da Sony, contenga anche diversi frammenti di dialoghi: una soluzione che riesce a far vivere il racconto anche soltanto attraverso la dimensione dell’ascolto.

Le musiche di Amar sono delle miniature, dei cameo musicali splendidi, che sanno comunicare l’universo del film, dei personaggi, accompagnando il protagonista (Theme Andrei), re-interpretando i suoni e le musiche popolari dell’est (Tziganie) e dando voce allo spirito di coralità, di gruppo, che il tema dell’orchestra e della relazione con il proprio direttore richiama (Concert Concert). Sorprende e diverte Nani Nani dell’ensemble ungherese Kek Lang, composto da una famiglia di gitani scoperti dal regista algerino Tony Gatlif durante la lavorazione del suo film Latcho Drom, il suo viaggio tra la musica dei popoli gitani.

Al giovane Camille Adrien è affidata l’orchestrazione e la realizzazione della “additional music” del film. Il suo Theme Place Rouge, ispirato alla musica popolare russa, accompagna le immagini del reclutamento dell’orchestra e ritorna più volte all’interno della OST, così come il tema di Amar legato al protagonista. Interessante anche la canzone Concert Concert di Amar e Mihaileanu. Da Mozart (con il sognante incipit del primo movimento del Concerto KV467 in do maggiore) a Mahler (con la plumbea Sinfonia n°1 in Re maggiore), a Tchaikovsky (magnifico il suo Concerto per violino in re maggiore op35 che accompagna la lunga sequenza del concerto) la colonna sonora di questo film può essere considerata un breve viaggio nella musica colta occidentale. A chi ascolta resta soltanto la voglia di ascoltare ancora e ancora… Magari un concerto dell’orchestra del Bolshoi, sperando che presto tornino in Italia.


Titolo: Il concerto (Le concert)

Compositori: Armand Amar, Pyotr Ilyich Tchaikovsky, Aram Khachaturyan, Wolfgang Amadeus Mozart, Radu Mihaileanu, Gustav Mahler

Etichetta: Sony/Columbia, 2009
Numero dei brani: 28
Durata: 53′ 58”


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 2 commenti a questo articolo:

  1. alessandra vittorini scrive:

    Per favore ho cercato in tutti i siti possibili senza esito, qualcuno mi sa dire chi suona veramente il violino nel concerto per violino e orchestra di Thaikowsky alla fine del film “il Concerto” di Radhu Mihaileanu e se esiste una versione solo musica senza le parole del film sopra?
    Grazie mille!!!

  2. Alberto Cassani scrive:

    Secondo i titoli di coda del film, che in questi casi sono sempre la fonte migliore in cui controllare, il primo violino è suonato da Sarah Nemtanu. Nel disco qui recensito c’è la versione del film senza dialoghi, ma se vuoi sentire la Nemtanu suonarlo in un’altra occasione la trovi su YouTube: http://youtu.be/ud6Pw7kRCRg e http://youtu.be/naMJvpQQ7I4.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre