Stai leggendo:

Soundtrack: Indivisibili di Enzo Avitabile

25 settembre 2017 Soundtrack 0 Commenti
Indivisibili

Massimo Privitera, in collaborazione con Colonne Sonore* * * ½

La colonna sonora dell’Indivisibili di Edoardo De Angelis è da ascoltare con il cuore in mano e le orecchie ben tese. Non a caso ha vinto tutti i premi più importanti dell’anno, grazie anche alle canzoni pop melodiche di Riccardo Ceres e quelle etniche di Enzo Avitabile…


Nastri d’Argento e David di Donatello per la migliore canzone e colonna sonora, più un Globo d’Oro e un Ciak d’Oro sempre per le migliori musiche. Parliamo dei riconoscimenti allo score di Indivisibili, scritto e interpretato dal poeta napoletano Enzo Avitabile, Maestro indiscusso della Wolrd Music italica e non solo, cantautore, compositore e sassofonista con un carnet di collaborazioni illustri con artisti internazionali che quest’anno, con la sua partitura per questo film drammatico di Edoardo De Angelis, ha fatto incetta di premi, soprattutto con la canzone che chiude la OST, “Abbi pietà di noi”. Una song etnica che profuma di mediterraneo (ciaramella e tamburi), pura poesia in musica, una preghiera della terra, per la terra, che della terra si nutre, quella terra campana tanto sfruttata e inquinata dalla stupidità e violenza umana e camorristica che distrugge ciò che di stupendo e nutritivo la terra ci dona e prova a conservare preziosamente («La vita è sacra e va rispettata» dice il ritornello).

“A peste (versione strumentale)” apre la soundtrack con un tema triste e desolante per clarinetto, vocalismi addolorati e percussioni, una sorta di canto funereo di una bellezza mestamente disarmante: pezzo perfetto per descrivere la storia di questa pluripremiata pellicola che narra di Dasy e Viola, due gemelle siamesi napoletane che lavorano come cantanti in giro per feste paesane, battesimi e matrimoni, incoraggiate dalla famiglia che vuole guadagnare sulla loro condizione di fenomeni da baraccone. Un giorno, le sorelle scoprono che esiste la possibilità di essere separate, così che finalmente ognuna possa vivere la propria vita serenamente, ma la famiglia le ricatta moralmente per la paura di perdere una preziosa fonte di mantenimento. Le gemelle sono interpretate dalle belle e brave sorelle Angela e Marianna Fontana, che con le voci simili alla nota cantante Giorgia eseguono le attraenti canzoni pop melodiche di Riccardo Ceres (“Indivisibili”, “Drin Drin”) e quelle etniche di Avitabile (la succitata “Abbi pietà di noi”, due versioni di “Tutt’egual song’ e criature – scena processione” ed una funky jazzata).
Proprio l’intensa “Tutt’egual song’ e criature” è elemento portante dello score con le sue cinque versioni, tra voce e arpina, strumentale e co-interpretata da Eliades Ochoa, cantante, chitarrista e compositore cubano. “Nuie e ll’acqua (live)”, che Avitabile interpreta con il cantante algerino Idir, “Mane e mane (live)” con il cantante senegalese Daby Tourè, sono altre due canzoni che respirano di dolci e delicate armonie mediterranee che trasudano liriche ambientali colme di significati importanti e necessari.

Quella di Indivisibili è una OST da ascoltare con il cuore in mano e le orecchie ben tese al richiamo della nostra Terra, che soffre tanto e che ci sta chiedendo aiuto.


La copertina del CDTitolo: Indivisibili

Compositore: Enzo Avitabile, Riccardo Ceres

Etichetta: Sony Music, 2017

Numero dei brani: 12

Durata: 49′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].