Stai leggendo:

T2 - Trainspotting 2 di Danny Boyle

23 febbraio 2017 Recensioni 0 Commenti
T2 - Trainspotting 2

Warner, 23 Febbraio 2017 – Onesto

Vent’anni dopo il suo tradimento, Mark Renton torna ad Edimburgo per redimersi, ma anche per cercare se stesso. Invecchiati, ma in fondo sempre gli stessi, i suoi ex amici Spud, Simon e Begbie lo attendono con il loro carico di affetto, vendetta e violenza…


Ewan McGregor e Johnny Lee Miller in T2 - Trainspotting 2«Scegli la vita. Scegli Facebook, Twitter, Instagram. E spera che a qualcuno, da qualche parte, importi… Scegli il tuo futuro. Scegli la vita.»
Lo riconoscete? È uno dei monologhi più celebri del cinema moderno, qui aggiornato dalla versione del’allora eroinomane dai pensieri esistenzialisti del 1996 per renderlo più friendly alle generazioni che allora non erano nate. Sono infatti trascorsi vent’anni dal film che ha reso celebri la claustrofobica periferia di Edimburgo e gli amici più antieroici di sempre.

Robert Carlyle in T2 - Trainspotting 2Trainspotting 2 adatta liberamente il romanzo Porno di Irvine Welsh, ed è il primo sequel che Danny Boyle gira. Il regista inglese torna a dirigere il cast originario e ancora una volta straordinario: Ewan McGregor, Robert Carlyle, Jonny Lee Miller e Ewen Bremner; ma anche Kelly Macdonald, James Cosmo e Shirley Henderson. Onesto come il primo, Trainspotting 2 segue la storia che non poteva che essere di Spud, Sick Boy, Begbie e Mark Renton, per vedere dove le loro scelte li hanno condotti e come i vizi li hanno portati alla sconfitta.

Ewen Bremner in T2 - Trainspotting 2In Trainspotting 2, Boyle torna sulla scena del crimine per vedere dove il motto «Scegli la vita» ha portato il suo eroe. Renton si era lasciato il passato alle spalle per poter costruire un nuovo pensiero in linea con i valori del mondo da cui prima si alienava. Ha scelto la vita, ma sembra che la vita non abbia scelto lui. La Edimburgo in cui è tornato è una città moderna, imborghesita, simbolo di un’età che i protagonisti stessi non si aspettavano forse neppure di arrivare a vivere. E che infatti non sono preparati a vivere.

Ewen Bremner, Ewan McGregor, Johnny Lee Miller e Robert Carlyle in T2 - Trainspotting 2Pur cedendo a tratti alla nostalgia, Boyle tiene gli spettatori incollati allo schermo più che con la curiosità di una riunione di compagni del liceo, facendoli riflettere sulle proprie scelte. Esilarante, cosparso dell’umorismo nero e dei dialoghi taglienti che hanno contribuito a consacrare Trainspotting, T2 conserva lo sprezzante pessimismo e il sarcasmo pungente di alcuni dei personaggi più riusciti del recente cinema europeo. Nel finale, il commovente riconciliarsi di Renton con il padre è l’abbrivio alla catarsi nostalgica nella sua camera da letto, fedele e quasi necrofila scatola del passato, in cui finalmente Mark torna alla sua “lust for life”.


La locandina di T2 - Trainspotting 2Titolo: T2 – Trainspotting 2 (Trainspotting 2)
Regia: Danny Boyle
Sceneggiatura: John Hodge
Fotografia: Anthony Dod Mantle
Interpreti: Ewan McGregor, Ewen Bremner, Robert Carlyle, Jonny Lee Miller, Anjela Nedyalkova, Steven Robertson, Shirley Henderson, Gordon Kennedy, Scot Greenan, Bradley Welsh, James Cosmo, Pauline Turner, Irvine Welsh, Tom Urie, Kyle Fitzpatrick, Kelly Macdonald, Eileen Nicholas
Nazionalità: Regno Unito, 2017
Durata: 1h. 57′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].