Stai leggendo:

"The Baby of Mâcon" di Peter Greenaway

30 maggio 2008 Recensioni 0 Commenti
The Baby of Macon

Istituto Luce, 1993 – Magistrale

Una donna anziana e malata dà alla luce il primo bambino che nasce da molti anni nella città francese di Mâcon. Sua figlia fa imprigionare i genitori e porta la gente a credere che il bambino possa fare dei miracoli in quanto figlio di una vergine, in quanto figlio suo…


Traendo spunto da una vicenda realmente accaduta nella Borgogna del 1600, Peter Greenaway realizza quello che è forse il suo film migliore, ma anche il più controverso. Il regista gallese decide di rendere evidente fin da subito la struttura teatrale della pellicola, scherzandoci anche sopra in più di un’occasione e rendendo così più facile allo spettatore accettarla. «It is only a play… with music», eppure i momenti forti – la morte del giovane prete, quella del bambino e lo stupro – riescono comunque ad essere estremamente potenti. O forse lo sono proprio perché inseriti in una cornice chiaramente fittizia, che permette loro di ottenere maggior peso emotivo.

La composizione pittorica delle scene e l’uso prevalente dei colori rosso, oro e nero dona al film un aspetto affascinante e giustamente tenebroso. Come sempre, poi, Greenaway sviluppa il racconto attraverso lunghi e articolati piani sequenza e lunghi e apparentemente ingiustificati elenchi. Questo non va però a discapito dell’efficacia della narrazione, anche se di certo non rende il film adatto a tutti. Le due ore di durata si sentono senz’altro, ma la perfezione della messinscena è sorprendente e la commistione di linguaggi sul grande schermo di rado è arrivata a vette così alte.

Il continuo mutare dello stile di narrazione tra cinema e teatro, non è per fortuna andata a discapito della recitazione dei bravi attori, che si trovano comunque a interpretare personaggi forti e ben scritti. In particolare colpisce la prova di Julia Ormond, che qui dimostra quale meravigliosa attrice avrebbe potuto essere se avesse incontrato nella sua carriera altri personaggi all’altezza della sua bravura.


Titolo: Il bambino di Mâcon (The Baby of Mâcon)
Regia: Peter Greenaway
Sceneggiatura: Peter Greenaway
Fotografia: Sacha Vierny
Interpreti: Julia Ormond, Ralph Fiennes, Philip Stone, Jonathan Lacey, Don Henderson, Celia Gregory, Jeff Nuttall, Kathryn Hunter, Gabrielle Reidy, Jessica Stevenson, Frank Egerton
Nazionalità: Regno Unito – Francia – Germania – Belgio – Olanda, 1993
Durata: 2h. 01′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.