Stai leggendo:

"Thomas in Love" di Pierre-Paul Renders

22 gennaio 2001 Recensioni 0 Commenti
Thomas in Love

KeyFilms, 16 febbraio 2001 – Interessante

Da sei anni Thomas non esce di casa e non permette a nessuno di entrarvi. L’unica relazione con l’esterno è filtrata dallo schermo del suo computer. Lo psichiatra che lo segue, preoccupato dal suo stato mentale, lo iscrive a sua insaputa ad un club di incontri, mentre il suo agente assicurativo gli fornisce prostitute…


Una scenaThomas è un giovane trentaduenne che vive da anni rinchiuso in una stanza, a causa di una gravissima forma di agorafobia. Del suo mondo privato fanno parte una madre peggiore di quelle alleniane ed uno psicoanalista ossessivo che arriva a iscriverlo ad un club per cuori solitari, da cui scatterà proprio la sua passione per la rete. Se il suo mondo fisico è costituito infatti dalle quattro mura del suo appartamento, egli in realtà vive nella dimensione della virtualità, della rete, dove trova tutto ciò che gli serve e dove intreccia anche avventure sessuali, in particolare con Clara, una sensualissima prostituta virtuale.

Una scenaTutto girato in soggettiva, con una serie di telecamere digitali (dalla Hi-8 alla Betacam) e poi trasferito in 35mm, Thomas est amoreux è un’interessante riflessione sul rapporto digitale-uomo, che sottolinea in particolare l’abbandono dei rapporti umani in una società dominata dalla comunicazione.

Dichiara il regista Pierre-Paul Renders: «…quello che mi è piaciuto di più della sceneggiatura è stato l’aspetto di satira sociale riguardante la povertà estrema di contatti umani nella società dell’ipercomunicazione.» La società rilassata e libera da angosce che il film ci propone risulta infatti più agghiacciante di tante altre afflitte da enormi tragedie.


La locandinaTitolo: Thomas in Love (Thomas est amoreux)
Regia: Pierre-Paul Renders
Sceneggiatura: Philippe Blasband
Fotografia: Virginie Saint-Martin
Interpreti: Benoît Verhaert, Aylin Yay, Magali Pinglaut, Micheline Hardy, Alexandre von Sivers, Frédéric Topart, Serge Larivière, Eric Kasongo, Dominique Beyens
Nazionalità: Belgio – Francia, 2000
Durata: 1h. 34′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre