Stai leggendo:

"Wolf Creek 2" di Greg McLean

11 giugno 2015 Recensioni 1 Commento
Wolf Creek 2

Medusa, 11 Giugno 2015 – Divertente

Il “mitico” Mick Taylor è uno fra i migliori cacciatori del deserto australiano. Quando però ne ha l’occasione, non si limita ad andare a caccia solo di maiali selvatici e animali vari, ma anche di turisti stranieri che per loro sfortuna stanno attraversando l’Outback…


John Jarratt in Wolf Creek 2Se a suo tempo avevate visto Wolf Creek immaginerete già a cosa andrete incontro quando vi disporrete ad essere spettatori del suo seguito. Come nel caso del primo film, anche in Wolf Creek 2 – secondo il regista ispirato a un fatto realmente avvenuto – la vera protagonista è la Natura, quella con la N maiuscola, che non solo è teatro ideale della personale attività di caccia di Mick, ma è anche simbolo della totale indifferenza dalla quale siamo circondati. Indifferenza rappresentata nel film anche dallo sconosciuto guidatore di un SUV bianco, che potrebbe aiutare in varie occasioni i nostri eroi in pericolo ma se ne frega altamente, lasciandoli a piedi.

Philippe Klaus e Shannon Ashlyn in una scena di Wolf Creek 2E così la pellicola, molto più splatter della precedente, si snoda tra teste di poliziotti che esplodono, macellazioni di giovani tedeschi (scena memorabile), inseguimenti in macchina e a cavallo, rivelazioni sulla dimora del nostro assassino. Tutto a un ritmo sempre sostenuto e molto ben giocato, tra altissima tensione e risate. Da non perdere la lunga sequenza del faccia a faccia tra Mick e il giovane inglese che, pur essendo un momento di “pausa” nella folle corsa di tutto il film, non causa in nessun modo un calo della tensione narrativa.

Ryan Corr in Wolf Creek 2Ottimo come sempre John Jarrat nella parte di Mick Taylor, serial killer ma anche strenuo e convinto difensore della purezza della Natura australiana contro i turisti imbecilli che la infestano; bravo Ryan Corr nella parte del suo giovane oppositore; discreti gli altri interpreti, anche se alla fine tutti abbastanza marginali.

Wolf Creek 2, pur rientrando totalmente nella definizione di “film di genere”, è sicuramente consigliabile a spettatori avvezzi a esperienze splatter ma è un film scritto e diretto bene, godibile e senza difetti nel ritmo e nella storia, mozzafiato sia dal punto di vista visivo – favoloso il panorama dell’Outback australiano – sia da quello narrativo.


La locandina di Wolf Creek 2Titolo: Wolf Creek 2
Regia: Greg McLean
Sceneggiatura: Greg McLean, Aaron Sterns
Fotografia: Toby Oliver
Interpreti: John Jarratt, Ryan Corr, Shannon Ashlyn, Philippe Klaus, Shane Connor, Ben Gerrard, Gerard Kennedy, Annie Byron, Chloé Boreham, Ryan Clarke, Jordan Cowan, Daniela Ganter, Alexander McFadden, Sarah Roberts
Nazionalità: Australia, 2013
Durata: 1h. 47′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Marco scrive:

    Concordo pienamente con il recensore.
    Avevo apprezzato ai tempi anche il primo capitolo e questo seguito non ha deluso.
    Ottima regia che non causa nessun calo di tensione e molto buoni gli effetti gore.
    Dialoghi ben scritti e mai banali.
    Un grande il protagonista-antagonista.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.