Stai leggendo:

10 canoe di Rolf de Heer

31 maggio 2006 Recensioni 0 Commenti
10 canoe

Fandango, 1 Giugno 2006 – Riflessivo

C’era una volta un aborigeno australiano di nome Dayindi, innamorato della terza moglie di suo fratello. Mentre costruiscono le canoe per attraversare la palude e cacciare le oche, il vecchio Minyngulu gli racconta una storia una storia ambientata all’alba dei tempi, la storia di un amore proibito, di un rapimento, di stregoneria…


Peter Djigirr, Richard Birrinbirrin, Crusoe Kurddal e Johnny Buniyira in 10 canoeGirato e ambientato nella paludi della Terra di Arnhem, nel nord dell’Australia, 10 canoe racconta agli uomini bianchi una storia tipica della cultura aborigena, racconta le loro tradizioni e il loro stile di vita. E’, a tutti gli effetti, la loro storia, una storia come non ce ne sono mai state raccontate fino ad ora. Ma è una storia che ci viene raccontata in modo cinematograficamente vivo, anche se certo non apprezzabile da tutti.

Una scena di 10 canoeIspirato alle fotografie che l’antropologo inglese Donald Thompson scattò in quella regione negli anni Trenta, il film è recitato in lingua Ganalbingu (tranne che nella voce fuori campo, in originale di David Gulpilil) e intreccia con bello stile il presente cinematografico con il passato mitico in cui è ambientata la vicenda principale, invertendo la convenzione che vuole l’oggi a colori e lo ieri in bianco e nero. E grazie anche alle coinvolte interpretazioni degli aborigeni, il film diverte e interessa.

Michael Dawu e Frances Djulibing in 10 canoe10 canoe è una pellicola in grado di parlare ai bianchi come agli aborigeni, in grado di trasportare realmente lo spettatore nei luoghi e nell’epoca in cui la storia è ambientata; di farci capire quanto la nostra cultura sia diversa dalla loro. Ma è una pellicola in grado anche di farci capire quanto anche noi – magari solo in una sala cinematografica – dobbiamo ancora imparare ciò che Dayindi impara nel corso del film: la pazienza.


La locandina di 10 canoeTitolo: 10 canoe (10 Canoes)
Regia: Rolf de Heer (co-regia di Peter Djigirr)
Sceneggiatura: Rold de Heer, con l’aiuto della popolazione di Raminigining
Fotografia: Ian Jones
Interpreti: Crusoe Kurddal, Richard Birrinbirrin, Jamie Dayindi Gulpilil Dalaithngu, Peter Minygululu, Frances Djulibing, David Gulpilil Ridjimiraril Dalaithngu, Sonia Djarrabalminym
Nazionalità: Australia, 2006
Durata: 1h. 30′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.