Stai leggendo:

"Amore a prima svista" dei fratelli Farrelly

15 maggio 2003 Recensioni 2 Commenti
Amore a prima svista

20th Century Fox, 12 Aprile 2002 – Gradevole

Per Hal cercare di conquistare donne di straordinaria bellezza è una ragione di vita. Un guru del training autogeno si offre di aiutarlo a sviluppare la capacità di riconoscere la vera bellezza in una donna: quella interiore. Ogni donna provvista di questa dote apparirà sempre bella ai suoi occhi…


Gwyneth Paltrow e Jack Black in Amore a prima svistaL’idea di fondo di questo Amore a prima svista (il cui titolo originale, Shallow Hal, può essere tradotto letteralmente in “Hal il superficiale”) è certamente interessante, e già di per sé può offrire una notevole varietà di spunti creativi. Il concetto di una realtà che appare diversa da ciò che effettivamente è, quando osservata da un soggetto dotato di un punto di vista alternativo, ha difatti consentito agli autori, i fratelli Farrelly, di costruire un film che non fosse solamente incentrato su situazioni meramente comiche, caratteristica questa che aveva contraddistinto quasi tutti i loro precedenti lavori. In quella che è essenzialmente una commedia divertente sono state intelligentemente inserite, anche se appena accennate, alcune venature drammatiche e anche qualche leggero spunto di riflessione che, giungendo in maniera abbastanza inaspettata per via del contesto generale, forniscono al film un’identità leggermente più complessa e ricercata rispetto a quello che saremmo portati ad attenderci da un prodotto come questo.

Gwyneth Paltrow in Amore a prima svistaPur nella sua originalità, bisogna dire che però Amore a prima svista non riesce mai ad “esplodere” letteralmente nei suoi numerosi sprazzi di comicità, proponendo situazioni che possano veramente essere definite memorabili. In questo senso, forse era lecito aspettarsi qualcosa in più dagli stessi autori che ci avevano fatto letteralmente sbellicare con il loro Tutti pazzi per Mary, una delle pellicole più divertenti degli ultimi anni. L’impressione che si ha, è che non tutte le potenzialità del soggetto siano state sfruttate al meglio, sia per quanto riguarda la sceneggiatura, sia per ciò che concerne la regia. Forse qualche soluzione registica meno convenzionale, un po’ più ricercata in taluni punti, avrebbe giovato alla pellicola nel suo complesso, e le avrebbe donato la giusta vitalità.

Anthony Robbins e Jack Black in Amore a prima svistaVa anche detto che, a differenza del film sopra citato, Amore a prima svista non può contare sul talento comico, ma più in generale interpretativo, di Ben Stiller, che con Cameron Diaz formava una coppia eccezionale. Jack Black non sfigura ed è fisicamente adeguato al suo personaggio, ma non è certamente bravo quanto Stiller e, purtroppo, la fastidiosissima voce del doppiatore prescelto (una voce che disgraziatamente comincia a diventare onnipresente), temo abbia compromesso non poco la sua recitazione nella versione italiana. Brava e splendida come sempre Gwyneth Paltrow, che sfoggia una forma fisica strepitosa quando può esibirsi libera dallo “scafandro” in cui la vediamo rinchiusa per buona parte del film.

Come si è detto in precedenza, questa non è una commedia che nel suo sviluppo arrivi a toccare picchi di straordinaria brillantezza, o che riesca a mettere in scena situazioni che si staglino distintamente su tutto il resto, ma resta comunque un prodotto di buon livello che, anche solo in virtù dell’idea di base, può risultare certamente gradito ad ogni genere di pubblico.


La locandina di Amore a prima svistaTitolo: Amore a prima svista (Shallow Hal)
Regia: Bobby & Peter Farrelly
Sceneggiatura: Sean Moynihan, Bobby Farrelly, Peter Farrelly
Fotografia: Russell Carpenter
Interpreti: Gwyneth Paltrow, Jack Black, Jason Alexander, Joe Viterelli, Rene Kirby, Bruce McGill, Anthony Robbins, Susan Ward, Zen Gesner, Brooke Burns, Rob Moran, Joshua “Li’iBoy” Shintani, Kyle Gass, Laura Knightlinger
Nazionalità: USA, 2001
Durata: 1h. 53′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 2 commenti a questo articolo:

  1. Marco scrive:

    Albe visto il secondo episodio di ” Scemo E Più Scemo”?
    Che ne pensi dei 2 registi?
    Il tuo preferito?

  2. Alberto Cassani scrive:

    Se intendi il seguito no, non l’ho visto. Però ho visto il prequel e lasciamo perdere… I fratelli Farrelly non mi dispiacciono, ma alla fine la maggior parte dei loro film mi diverte poco. Il migliore secondo me è di gran lunga Tutti pazzi per Mary. Quelli più seri, invece, li trovo abbastanza anonimi.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre