Stai leggendo:

"Animal Kingdom" di David Michôd

2 novembre 2010 Recensioni 1 Commento
Emanuele Rauco, 26 Ottobre 2010: Glaciale
Mikado, 30 Ottobre 2010

Al giovane Joshua muore improvvisamente la madre: a occuparsi di lui ci pensano la nonna e la sua numerosa famiglia, meglio nota in città per essere una temibile banda di rapinatori. A cui la squadra anti-rapina dà una caccia spietata…


L’esordio nel lungometraggio dell’australiano David Michôd arriva fuori concorso al Festival di Roma già ammantato di allori e paragoni ingombranti, arrivando fino alla saga del Padrino di Coppola. Ma lo scetticismo che questa pubblicità preventiva può portare nello spettatore è dissipato dal valore di questa educazione criminale

Saga familiare e noir disperato, il film scritto dal regista è un romanzo suburbano di formazione gangster che racconta un mondo à la Martin Scorsese con uno sguardo al cinema di Ken Loach. Il film, infatti, ispirandosi alla vera battaglia criminale tra poliziotti violenti e criminali che insanguinò le strade di Melbourne negli anni ’80, mette in scena una vicenda in cui la famiglia più che un appiglio è una sorta di cancro, un veleno che intossica la vita del protagonista fino a distruggere le sue prospettive e i suoi rapporti (dominati dall’ambigua nonna Janine). Michôd – anche attraverso la musica – sonda proprio queste pieghe oscure, permette all’atmosfera di invadere le immagini e gioca sui contro-tempi narrativi per spiazzare lo spettatore.

La sceneggiatura calibra i ritmi e soprattutto i personaggi per creare un affresco inquietante, mai patetico, a tratti raggelante, la cui violenza Michôd sa togliere dalle ambigue grinfie della spettacolarizzazione e rendere elemento di un sistema visivo e sociale che, in modo sottile, fa paura. Anche perché il parterre di attori chiamati ha le facce dei veri sobborghi e il “sociopatico” Ben Mendelson (lo zio Pope) sa incarnare la normalità viscida del Male. Un esordio coi fiocchi.


Titolo: Animal Kingdom (Id.)
Regia: David Michôd
Sceneggiatura: David Michôd
Fotografia: Adam Arkapaw
Interpreti: Ben Mendelsohn, Joel Edgerton, Guy Pearce, Luke Ford, Jacki Weaver, Sullivan Stapleton, James Frecheville, Dan Wyllie, Anthony Hayes, Laura Wheelwright, Mirrah Foulkes, Justin Rosniak, Susan Prior, Clayton Jacobson
Nazionalità: Australia, 2010
Durata: 1h. 53′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Andrea scrive:

    Bello, molto intenso. Consigliato.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.