Stai leggendo:

"Beasts of No Nation" di Cary Fukunaga

4 settembre 2015 Recensioni 0 Commenti
Beasts of No Nation

Disponibile su Netflix – Forte

Abu è un bambino felice di un villaggio di una zona-cuscinetto dell’Africa Occidentale. All’improvviso la realtà della guerra, prima solo marginale, entra di prepotenza nella sua vita, separandolo dalla sua famiglia. Abu fugge nella boscaglia, e viene arruolato dal Comandante di un esercito di bambini-soldato. È la fine della sua infanzia…


Abraham Attah e Idris Elba in Beasts of No NationCary Fukunaga, noto al pubblico per la prima stagione di True Detective, porta a Venezia un film – prodotto da Netflix – di tutt’altra ambientazione e registro per denunciare attraverso il racconto di una piccola singola vicenda umana, il dramma di molti paesi dell’Africa, e in particolare l’orribile destino di migliaia di giovanissimi trasformati in spietati assassini da mostri che li usano a loro piacimento, sia sul campo sia fuori. Beasts of No Nation è basato sul libro Bestie senza patria di Uzodinma Iweala, che lavora nei centri di riabilitazione per quei pochi ragazzi che riescono a sfuggire al loro terribile destino.

La narrazione scorre, in un tempo non si sa se immobile o infinito, tra scene devastanti dal punto di vista visivo ma soprattutto umano. L’addestramento e l’iniziazione di Abu, la sua prima azione di guerra (fotografata in un rosso innaturale e onirico), il primo omicidio, la conquista del suo fucile personale, la strage di donne e bambini, la morte di chi con lui condivide quell’amaro destino… E tutto questo sullo sfondo degli inutili e prevedibili giochi politici delle marionette del Regime, per le quali Comandante prima è indispensabile guerriero, poi quasi Generale e alla fine sul punto di essere degradato a passacarte.

Idris Elba in Beasts of No NationPer tutti i protagonisti ci sarà un finale tragico, e come potrebbe essere altrimenti? Come Abu racconta con voce di bambino e anima di vecchio: è meglio morire o vivere i lunghi anni che restano ricordando le interminabili fughe, l’assenza di cibo e acqua, le notti insonni, gli abusi, gli orrori a cui si è assistito o, peggio, che si è provocato? Come dichiara nel suo inglese stentato: «Se mai questa guerra finirà, non potrò tornare il bambino che ero.» Quello che infastidiva continuamente il fratello maggiore, che aiutava sua madre, che cercava di imbrogliare bonariamente il padre, che vendeva chassis di Tv “dell’immaginazione” ai soldati delle Nazioni Unite. Forse però c’è la speranza, per lui, di diventare un adulto diverso da quella Bestia in cui sente di essere stato trasformato da altre Bestie, a loro volta probabilmente vittime del suo stesso percorso di vita.


La locandinaTitolo: Beasts of No Nation
Regia: Cary Fukunaga
Sceneggiatura: Cary Fukunaga
Fotografia: Cary Fukunaga
Interpreti:Abraham Attah, Idris Elba, Kurt Egyiawan, Jude Akuwudike, Emmanuel Nii Adom Quaye
Nazionalità: USA, 2015
Durata: 2h. 15′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.