Stai leggendo:

"Capitan Harlock - L'Arcadia della mia giovinezza" di Tomoharu Katsumata

15 ottobre 2014 Recensioni 0 Commenti
Capitan Harlock - L'Arcadia della mia giovinezza

Koch Media, 15 Ottobre 2014 – Romantico

In un futuro prossimo, la razza umana è sottomessa agli invasori umanoidi, ma un irriducibile capitano non ha nessuna intenzione di piegarsi. Con l’aiuto dell’amico ingegnere Tochiro, Capitan Harlock porterà una nuova speranza all’umanità, una speranza sotto il vessillo di una bandiera pirata…


Capitan Harlock in L'Arcadia della mia giovinezzaA poco meno di un anno di distanza dall’uscita nelle sale di un’ultima e controversa versione, realizzata in una spettacolare computer graphic ma freddissima da un punto di vista narrativo, Yamato Video e Koch Media riportano in sala il leggendario pirata spaziale creato da Leiji Matsumoto, ed è tutta un’altra storia. Capitan Harlock – L’Arcadia della mia giovinezza risale al 1982 e si pone come prequel della seconda serie televisiva, narrando vicende del tutto alternativa alla prima e a quelle che seguiranno, ma soprattutto che si pone come autentica genesi del personaggio.
Capitan Harlock e Yattaran in L'Arcadia della mia giovinezzaÈ cosa nota agli amanti del genere che Matsumoto, autore di questo e altri anime passati alla storia, non ha mai curato la definizione di una precisa continuità, preferendo reinventare di volta in volta eventi e biografie dei personaggi. In un panorama vario e spesso in contraddizione con se stesso, L’Arcadia della mia giovinezza acquista quindi un valore speciale, come di una stella polare tramite la quale avvicinarsi e orientarsi in un universo meritevole di esplorazione.

Kei Yuki in Capitan Harloc - L'Arcadia della mia giovinezzaQuella offerta è un’occasione per riscoprire il gusto autentico delle storie di un maestro dell’animazione – non solo giapponese ma internazionale, visto il successo riscosso dalle sue opere anche al di fuori del Giappone. Capitan Harlock in particolare è il protagonista che più di tutti è rimasto scolpito nella memoria come un simbolo di libertà, di ribellione alla dittatura e ai compromessi. Un uomo capace di abbracciare la pirateria mantenendo tuttavia l’etica del guerriero capace di rispettare i suoi nemici e giocare secondo le regole di una morale ferrea. Un personaggio che pare creato per entrare direttamente nel mito, e che in questo lungometraggio viene messo a fuoco come non mai, con pennellate melodrammatiche decise e dei dialoghi che vogliono volare alto in ogni momento possibile.

Capitan Harlock in L'Arcadia della mia giovinezzaSe la qualità tecnica dell’animazione sente in parte il peso dei trent’anni trascorsi dalla realizzazione, altro discorso è da farsi per la regia e la scrittura, capaci di offrire un’origine credibile e affascinante ai personaggi che poi popoleranno la serie televisiva. Ma L’Arcadia della mia giovinezza ha un grande valore soprattutto come pellicola a sé stante, formata com’è da una serie di sequenze memorabili tra cui vale la pena di citare il prologo con la sfida alla Strega Nera, la prima apparizione dell’Arcadia e l’attraversamento del fiume di fuoco. Un film che oggi sembra arrivare in sala fuori tempo massimo, ma che invece può offrire altro al di là del valore storico di testimonianza di un’epoca dell’animazione, a partire dalla costruzione di una storia avvincente e ben strutturata, che non fa pesare per nulla le due ore di durata.


La locandina di Capitan Harlock - L'Arcadia della mia giovinezzaTitolo: Capitan Harlock – L’Arcadia della mia giovinezza (Waga seishun no Arcadia)
Regia: Tomoharu Katsumata
Sceneggiatura: Yoichi Onaka
Fotografia:
Doppiatori: Loris Loddi, Marco Mete, Cinzia De Carolis, Massimiliano Virgilii, Vanina Marini, Lidia Perrone, Benedetta Ponticelli, Olivia Costantini, Giorgio Bassanelli, Norman Mozzato, Massimo Lodolo, Dario Oppido
Nazionalità: Giappone, 1982
Durata: 1h. 57′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.