Stai leggendo:

"Demolition Man" di Marco Brambilla

6 ottobre 2003 Recensioni 0 Commenti
Demolition Man

Warner, 1994 – Leggero

Il sergente Spartan è alla caccia del bizzarro Simon Phoenix. Quando un suo errore provoca la morte di molti bambini, Spartan viene condannato ad essere ibernato e a subire un lavaggio del cervello che ne corregga l’indole violenta. Con lui viene ibernato anche Simon, che dopo 36 anni riesce in qualche modo a fuggire…


Wesley Snipes in Demolition ManOpera prima di un regista milanese trapiantato ad Hollywood sotto l’ala protettrice di Ridley Scott, che gli ha fatto fare una buona esperienza nel campo degli spot pubblicitari, Demolition Man balzò agli onori delle cronache per due ragioni: il nudo frontale di Stallone che si risveglia dai ghiacci e il fatto che il cattivo cattivissimo fosse anche nero nerissimo. Il film di per sé non è disprezzabile, ma è ovvio che questi fossero le cose di cui era più facile parlare senza averlo visto.

Sylvester Stallone in Demolition ManRicco di ironia e con una violenza solamente accennata, Demolition Man disegna una società del futuro scevra da crimini e sesso prima di metterla in subbuglio con le azioni di Simon e di metterla in contrapposizione con la visione tutto sommato candida e attuale dello spaesato Spartan. A fare da anfitrione al nostro eroe c’è la poliziotta interpretata da una Sandra Bullock meno insopportabile del solito, appassionata collezionista di oggetti del XX secolo (tra cui un poster di Arma Letale 3) ma pur sempre figlia del suo tempo e quindi lontanissima dalla concezione della vita che ha l’uomo con il quale si trova a lavorare. E in effetti l’unica ragione cinematografica per l’esistenza di questo personaggio è proprio quello di rendere ancora più evidente le difficoltà di Spartan nell’avere a che fare con gli uomini e la vita del 2032.

Certo non un film impegnato, ma due ore di divertimento con un film d’azione leggera ambientata in uno strano futuro. Un film dotato di buon ritmo (dato dall’esperto montatore Stuart Baird, che l’anno successivo avrebbe esordito alla regia con Decisione Critica) e con una confezione tecnica curata.


La locandina di Demolition ManTitolo: Demolition Man (Id.)
Regia: Marco Brambilla
Sceneggiatura: Daniel Waters, Robert Reneau, Peter M. Lenkov
Fotografia: Alex Thomson
Interpreti: Sylvester Stallone, Wesley Snipes, Sandra Bullock, Nigel Hawthorne, Benjamin Bratt, Bob Gunton, Glenn Shadix, Denis Leary, Grand L. Bush, Pat Skipper, Steve Kahan, Paul Bollen, Mark Colson, Rob Schneider
Nazionalità: USA, 1993
Durata: 1h. 50′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 16 al 18 settembre

  • 1. Alla ricerca di Dory (5.565.727)
  • 2. Trafficanti (879.300)
  • 3. Io prima di te (836.117)
  • 4. L'estate addosso (757.222)
  • 5. Independence Day - Rigenerazione (649.407)
  • 6. The Beatles - Eight Days a Week (582.407)
  • 7. L'era glaciale: In rotta di collisione (485.655)
  • 8. Jason Bourne (267.705)
  • 9. Man in the Dark (239.614)
  • 10. Fuck You Prof! 2 (149.989)