Stai leggendo:

"Extrema" di Talia Lugacy

23 novembre 2008 Recensioni 0 Commenti
Extrema

Disponibile in home-video – Interessante

Prossima alla laurea, la bella Maya accetta di uscire con un ragazzo conosciuto da poco. Dopo una cena al ristorante si spostano nell’appartamento di lui, e quel dolce ragazzo diventa improvvisamente violento e brutale. Lo stupro precipita Maya in un vita che non le apparteneva…


Rosario DawsonConsiderato che lo spettatore medio sa già cosa un film racconta, quando inizia a guardarlo, forse la prima parte di questo Extrema appare scontata. O forse proprio per questo si crea ancora più tensione, perché lo spettatore sa cosa aspettarsi. E quando quello che già sa accade – lo stupro della protagonista – si rimane comunque colpiti, perché la scena è realizzata in maniera efficace e sconvolgente. In seguito la regista ci racconta la caduta di Maya dal piedistallo su cui si trovava al fondo del baratro in cui sprofonda, e nonostante qualche soluzione banale lo fa con una regia avvolgente e con non pochi bei momenti. L’idea di concentrarsi sui volti e lasciare fuori campo ciò di cui si parla funziona bene, e la Lugacy usa benissimo il sonoro, sia per quanto riguarda i suoni che musiche.

Chad FaustSia per via della sceneggiatura sia per le scelte registiche operate dalla Lugacy, il film poggia quasi interamente sulle spalle di Rosario Dawson oltre che sul concetto alla base dello script. Sfortunatamente, la giovane attrice newyorchese non riesce ad essere del tutto convincente nelle scene che fanno seguito allo stupro. La regista, però, è bravissima a trasmettere tutta la disperazione del personaggio nonostante la cattiva recitazione della sua protagonista. Nell’ultima parte, però, lo stile cambia e Rosario può recitare soprattutto con i dialoghi invece che solo con le espressioni. La sua prova migliora ma il film si sfalda, perché il racconto presenta diversi aspetti ridicoli e soprattutto, ciò che fino ad allora era suggerito ora viene detto, ciò che era rimasto fuori campo viene inquadrato. Sono proprio questi eccessi che rovinano quanto di buono fatto nell’ora e un quarto precedente. E non è difficile terminare la visione odiando il film.


<La locandina statunitenseTitolo: Extrema – Al limite della vendetta (Descent)
Regia: Talia Lugacy
Sceneggiatura: Talia Lugacy, Brian Priest
Fotografia: Jonathan Furmanski, Christopher LaVasseur
Interpreti: Rosario Dawson, Chad Faust, Marcus Patrick, Vanessa Ferlito, Jonathan Neil Schneider, James A. Stephens, Nicole Vicius, Paul Sado, Scott Bailey, Tracie Thoms, Aisleagh Jackson, Robert Lehrer, Alexie Gilmore
Nazionalità: USA, 2007
Durata: 1h. 50′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.