Stai leggendo:

"Ghostbusters" di Paul Feig

1 agosto 2016 Recensioni 4 Commenti
Ghostbusters

Sony, 28 Luglio 2016 – Mediocre

La ristampa di un libro sul paranormale riunisce le sue autrici: Erin – in lizza per una cattedra di fisica presso l’Università – e Abby, che ancora cerca di provare l’esistenza dei fantasmi. Completano il gruppo l’eccentrica Jillian e Patty, un’operaia della metropolitana. Quale gruppo? Le acchiappafantasmi…


Leslie Jones, Melissa McCarthy, Kristen Wiig e Kate McKinnon in GhostbustersNon fossero operazioni deleterie già in generale, questo specifico reboot di un successo degli anni 80 arriva davvero sotto tutti i peggiori auspici possibili. Sopratutto perché va a toccare un titolo generalmente molto amato, di cui per anni si è atteso un degno terzo capitolo che non è mai arrivato a causa di attriti tra i protagonisti. Basta questo a spiegare le campagne d’odio intraprese su internet dai fan storici dell’originale, davvero poco disposti a rivedere qualcun altro con indosso le tute grigie e gli zaini protonici. Ma l’unica colpa di questo film è quindi quella di aver ripreso un marchio storico? Purtroppo no.

Una scena di GhostbustersDimentichiamo per un momento i due film originali, le serie animate e tutto quello che è legato al marchio dei Ghostbusters. Se questo fosse un film prototipo, mancherebbe lo sforzo di rendere davvero appassionante l’universo dei fantasmi e la tecnologia creata dalle protagoniste per fronteggiarli: ci si crede solo perché sono cose già viste una volta. La trama procede in maniera lineare e sconclusionata, ma il vero problema sono i dialoghi, infarciti di stereotipi e battute di bassa lega, che non riescono a far ridere quasi mai. È un peccato che la scrittura e la regia siano di livello così scadente, perché le quattro protagoniste sono invece tutte in parte, e hanno la fortuna di incarnare personaggi costruiti bene quanto basta, anche se fotocopie.

Slimer in una scena di GhostbustersVolendo proprio fare un confronto con l’originale, questa nuova versione dei Ghostbusters ne esce poi anche peggio. Tutto quanto si cerca di rispiegare agli spettatori appare come un mesto riciclo delle idee di trent’anni fa, dal primo incontro con un fantasma ai problemi con le attrezzature, il tutto gestito in bilico tra l’omaggio e la parodia. Vero che fa bene al cuore rivedere la caserma dei pompieri, ma i diversi camei dei protagonisti storici causano più che altro tristezza, perché non fanno che ufficializzare l’esistenza di un capitolo, questo, che avrebbe fatto una figura migliore da apocrifo, in mancanza di idee migliori.


La locandina di GhostbustersTitolo: Ghostbusters (Id.)
Regia: Paul Feig
Sceneggiatura: Katie Dippold, Paul Feig
Fotografia: Robert D. Yeoman
Interpreti: Kristen Wiig, Melissa McCarthy, Kate McKinnon, Leslie Jones, Ed Begley Jr, Charles Dance, Karan Soni, Steve Higgins, Neil Casey, Chris Hemsworth, Bill Murray, Michael McDonald, Jaime Pacheco, Adam Ray, Michael Kenneth Williams, Matt Walsh, Andy Garcia, Cecily Strong
Nazionalità: USA, 2016
Durata: 1h. 56′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 4 commenti a questo articolo:

  1. Marco scrive:

    In parte d’accordo con la critica soltanto che io mi sono divertito, da fan dell’originale, rivedere i molti omaggi al prototipo. Il mio commento è già scritto sulla recensione di quest’ultimo.

  2. Antonio scrive:

    Anche io mi sono divertito a vedere questo discusso reboot del capolavoro di Reitman !
    Credo che molte battute funzionino e l’alchimia tra le ghostbusters è riuscitissima.
    La vera sorpresa è l’Egon al femminile ,Kate Mckinnon, con le sue facce adorabili mentre le battute migliori sono tutte riservate per Chris Hemsworth …per fortuna Melissa mi è sembrata anche sopportabile !
    Altri personaggi invece sono troppo forzati e scritti malissimo (la segretaria del sindaco
    ed il villain) e le scene d’azione poco epiche ed interessanti, infatti anche io ho trovato fredda la rappresentazione del mondo dei fantasmi che invece era davvero affascinante nel prototipo .

    Alla fine un film nostalgico sul binario di Jurassic World e Star Wars -force Awakens , un eventuale sequel pero’ non mi direbbe niente !!!!

  3. Marco scrive:

    Albe che ne pensi di “Spy” sempre di Feig con la McCarthy?
    Film di questi ultimi due che ti sono piaciuti?

  4. Alberto Cassani scrive:

    Spy non l’ho visto, ma non sono per nulla un amante della McCarthy.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.