Stai leggendo:

"I ragazzi stanno bene" di Lisa Cholodenko

1 novembre 2010 Recensioni 1 Commento
I ragazzi stanno bene

Lucky Red, 11 Marzo 2011 – Ammiccante

Nic e Jules sono una coppia lesbica che vive felice coi due figli concepiti con un donatore esterno. Donatore esterno che torna nelle loro vite dopo diciotto anni a seguito delle ricerche dei due ragazzi. La sua presenza cambierà la vita di quella famiglia felice…


Annette Bening e Julianne Moore in I ragazzi stanno benePresentato al Festival di Berlino – dove ha vinto un premio dei ragazzi – prima di arrivare a quello di Roma, I ragazzi stanno bene è il nuovo film di una delle regine del cinema indie a stelle e strisce, Lisa Cholodenko. La pellicola cerca di sfruttare il duplice impatto delle attrici coinvolte (Julianne Moore e Annette Bening) e della modernità di temi come l’omosessualità e il concepimento eterologo per abbracciare un pubblico più ampio del solito. Ma cade nelle trappole della sua stessa furbizia.

Mark Ruffalo in una scena di I ragazzi stanno bene

Commedia in pieno stile Sundance, scritta dalla regista con Stuart Blumberg, che affronta col sorriso sulle labbra e una ben nascosta patina perbenista le famiglie moderne e gli antichi problemi da affrontare. Nonostante le premesse, infatti, il film tratta il tema – caro a molto cinema statunitense – degli ostacoli che, sul cammino delle famiglie, rischiano di distruggerle. In questa società di rivoluzioni sessuali e nuclei allargati il “pericolo” può essere l’eterosessualità, o meglio la cessione alle pulsioni e agli istinti invece delle norme e delle regole per controllarli, l’abbandonarsi al piacere come risposta a problemi più profondi. Non ci si lasci quindi ingannare dall’anticonformismo di facciata e dalla bizzarria delle premesse, visto che il film ribalta i sessi e lascia intatte le sostanze del cinema familiare e familista.

Un momento di I ragazzi stanno beneIn questo la regista è bravissima a strizzare l’occhio, a usare la facile ironia sessuale, a piegare gli imbarazzi dei personaggi, a conquistare lo spettatore meglio predisposto, meno a dare sostanza a un discorso che gira a vuoto, a realizzare un film che sappia davvero cosa dire e a chi rivolgersi. E che non può, in definitiva, che giocare la carta del “film d’attori”, perfetti, a partire dalla coppia Moore-Bening, fino ad arrivare al sorprendente e mai così bravo Mark Ruffalo. Abbastanza per accattivarsi lo spettatore radical-chic, pochino per chi preferisce dire qualcosa che saper dirla.


La locandina di I ragazzi stanno beneTitolo: I ragazzi stanno bene (The Kids Are All Right)
Regia: Lisa Cholodenko
Sceneggiatura: Lisa Cholodenko, Stuart Blumberg
Fotografia: Igor Jadue-Lillo
Interpreti: Julianne Moore, Annette Bening, Mark Ruffalo, Mia Wasikowska, Josh Hutcherson, Yaya Dacosta, Kunal Sharma, Eddie Hassell, Zosia Mamet, Joaquin Garrido, Rebecca Lawrence, Lisa Eisner, Eric Eisner, Sasha Spielberg
Nazionalità: USA, 2010
Durata: 1h. 46′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Marco scrive:

    Interessante film con una buona regia e un ottimo reparto attoriale.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 16 al 18 settembre

  • 1. Alla ricerca di Dory (5.565.727)
  • 2. Trafficanti (879.300)
  • 3. Io prima di te (836.117)
  • 4. L'estate addosso (757.222)
  • 5. Independence Day - Rigenerazione (649.407)
  • 6. The Beatles - Eight Days a Week (582.407)
  • 7. L'era glaciale: In rotta di collisione (485.655)
  • 8. Jason Bourne (267.705)
  • 9. Man in the Dark (239.614)
  • 10. Fuck You Prof! 2 (149.989)