Stai leggendo:

"Il caso Thomas Crawford" di Gregory Hoblit

21 maggio 2007 Recensioni 0 Commenti
Alberto Cassani, 21 Maggio 2007: Odinario
Eagle Pictures, 2 Novembre 2007

Tutte le cose hanno un difetto, una falla, un punto debole. E così anche gli uomini. Thomas Crawford è talmente bravo nel trovare i punti deboli di cose e persone da averci fatto fortuna ed essere convinto di poterla fare franca per l’omicidio della moglie fedifraga. Ma il sostituto procuratore è pronto a tutto pur di inchiodarlo….


Nonostante il cast che mette insieme un attore Premio Oscar come Anthony Hopkins e due nominati come Ryan Goslin e David Strathairn, Fracture è un thriller che non riesce a decollare, appesantito da una regia mediocre e in alcuni momenti persino rozza. E se è evidente come Gosling non faccia realmente parte della stessa categoria dei due attori con i quali si trova a recitare, Hopkins è invece ottimo, splendido in un ruolo che gli sembra scritto addosso.

La sceneggiatura di Daniel Pyne e Glenn Gers parte da un’ottima premessa (“ho ucciso mia moglie, ma tu non puoi provarlo”), crea dei personaggi interessanti ancorché in alcuni casi stereotipati ed è ricca di dialoghi davvero ben scritti. Il problema, però, è che al momento di sciogliere i nodi è costretta a fare in modo che un personaggio spieghi agli altri (e agli spetttatori) quanto successo “dietro le quinte”, cosa che certo non aiuta il ritmo nonostante sia un meccanismo narrativo cui il pubblico è ormai abituato.

Al contrario, come detto, la regia non è mai convincente. Hoblit abusa di filtri e grandangolo e mette insieme una pellicola che stilisticamente sembra voler fare il verso a un certo cinema di derivazione televisiva ma che finisce invece per infastidire. E’ vero che il regista riesce a nascondere bene il trucco per buona parte del film, ma al momento di svelarlo lo fa nella maniera più dozzinale e banale possibile. A conti fatti, comunque, Fracture è un thriller discreto, forse un po’ manipolatorio e prevedibile ma tutto sommato godibile, peraltro sottolineato dalle belle musiche di Michael e Jeff Danna. Basta non aspettarsi un noir d’autore.


Titolo: Il caso Thomas Crawford (Fracture)
Regia: Gregory Hoblit
Sceneggiatura: Daniel Pyne, Glenn Gers
Fotografia: Kramer Morgenthau
Interpreti: nthony Hopkins, Ryan Gosling, David Strathairn, Rosamund Pike, Embeth Davidtz, Billy Burke, Cliff Curtis, Fiona Shaw, Bob Gunton, Josh Stamberg, Xander Berkeley, Zoe Kazan, Judith Scott, Gary Cervantes, Petrea Burchard
Nazionalità: USA, 2007
Durata: 1h. 52′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre