Stai leggendo:

"Il vendicatore" di Mark Goldblatt

17 agosto 2009 Recensioni 13 Commenti
Il vendicatore

Trasmesso in Tv – Pessimo

Perché gli innocenti muoiono e i colpevoli sopravvivono? Dov’è la Giustizia? Dov’è la Vendetta? Ma forse Dio ha già risposto, ha già detto al mondo: «ecco la Giustizia, ecco la Vendetta…». Esse sono in me!


Dolph Lundgren in Il vendicatoreTutt’altro che dotato di gran pedigree, questo primo film che Hollywood dedica al Punitore. Diretto da un montatore alla seconda e ultima esperienza registica, sceneggiato da un esordiente che vent’anni dopo scriverà Dirty Dancing 2 e interpretato da un monolito biondo a tutt’oggi noto solo per aver “spiezzato in due” Stallone in Rocky IV, Il vendicatore era un film destinato all’insuccesso fin dalle premesse, fin dal poco rispetto che i produttori hanno avuto per il personaggio dei fumetti.

Louis Gossett Jr e Nancy Everhard in Il vendicatoreTrasformato da veterano del Vietnam a poliziotto, da vittima casuale di un attentato mafioso a bersaglio di un’autobomba, da esperto di armi a motociclista tamarro, da assassino spietato a psicotico incazzato, Frank Castle è qui vittima anche di una brutta versione italiana – che gli cambia il nome di battaglia, confonde Ms. Pac-Man con Batman e Batman con l’Uomo Ragno e riscrive senza motivo numerosi dialoghi. Ma non c’è da stupirsi, considerando che il film non ha mai avuto una distribuzione nelle nostre sale.

Dolph Lundgren in Il vendicatoreLa regia di Goldblatt è scarsa sia quando si tratta di muovere la macchina da presa sia quando si tratta di dirigere gli attori, mentre la sceneggiatura costruisce dei criminali da sceneggiata napoletana e dei dialoghi che paiono quelli della parodia di un film di mafia. L’unica cosa che si può salvare è la presenza di un divertito Louis Gossett Jr, ma anche tralasciando la bruttezza delle scazzottate questo rimane uno dei peggiori cinefumetti di tutti i tempi.


La locandina statunitense di Il vendicatoreTitolo: Il vendicatore (The Punisher)
Regia: Mark Goldblatt
Sceneggiatura: Boaz Yakin
Fotografia: Ian Baker
Interpreti: Dolph Lundgren, Louis Gossett Jr, Jeroen Krabbé, Kim Miyori, Bryan Marshall, Nancy Everhard, Barry Otto, Brian Rooney, Zoshka Mizak, Kenji Yamaki, Hirofumi Kanayama, Larry McCormick, Todd Boyce, Lani John Tupu, John Negroponte
Nazionalità: USA, 1989
Durata: 1h. 29′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 13 commenti a questo articolo:

  1. Edoardo scrive:

    Concordo pienamente con te Alberto,eppoi non capisco perchè nessuno azzecca mai un film sul punitore…visto che il personaggio Marvel più realistico e adatto ad un live-action…

  2. Alberto Cassani scrive:

    E’ adatto a un film in live-action perché non è un supereroe, ma è un personaggio complicato e molto spinoso da trattare in un film. E’ facile fargli fare la figura del fascistoide schizofrenico, che è esattamente quello che è successo in questo film, e allora tutto il suo fascino viene perso. E’ anche vero, però, che magari se ci lavorassero uno sceneggiatore e un regista decenti magari potrebbe verir fuori un film guardabile, tanto per cambiare…

  3. Edoardo scrive:

    Esattamente…purtroppo sono solo capitati degli sceneggiatori da recita scolastica. A me è dispiaciuto meno di tutti quello con Tom Jane,forse era un po meno tamarro e stupido…ma anche quello sta sulla mediocrità. L’ultimo è un po più fedele ai fumetti ma rimane un film dai dialoghi stupidi e dalla regia mediocre.
    Spero che un giorno un vero cineasta prenda in considerazione l’idea di girare un bel film sul PUNISHER.

  4. Fabrizio scrive:

    Il teschietto qui non ci stava male…

  5. Alberto Cassani scrive:

    Sarebbe stato come sparare sulla croce rossa…

  6. WarezSan scrive:

    L’unico punitore degno di nota e’ stato quello di War Zone.

    Fisico perfetto, identico al fumetto.

    Ho amato la pellicola come non mi capitava da tempo!!!

  7. Alberto Cassani scrive:

    Sì, sì: Ray Stevenson è l’attore perfetto per il ruolo. Il problema è tutto il resto del film…

  8. WarezSan scrive:

    Ma sai, la prima volta che l’ho visto… mamma mia pelle d’oca.

    Alla fine uno si attacca a quello che ha, e devo dire che fra tutti gli interpreti di protagonisti “fumettati” lo metterei a parimerito con Patrick Stewart nel ruolo del Professor Xavier e Michael Keaton inteprete del primo Batman.

    Massiccio, ingellato, monoespressivo quanto basta e con un fisico marmoreo come si conviene.

    Insomma tanto mi basta per esaltarmi, E’ LUI E’ LUI!!!

  9. Alberto Cassani scrive:

    Eh… tra l’altro la regista ha dichiarato che se ci fosse un nuovo film del Punitore, secondo lei dovrebbe dirigerlo proprio Ray Stevenson… Mi sa che sul set hanno litigato per tutto il tempo su chi dovesse comandare…

  10. WarezSan scrive:

    Cazzo ste donne,

    come fanno a dirigere senza un sigaro in bocca?

  11. Alberto Cassani scrive:

    Ma infatti, la Alexander è una pessima regista…

  12. WarezSan scrive:

    Sempre detto io. E’ tutta una questione di sigaro!!!

  13. Alberto Cassani scrive:

    Pensa che di questo passo, prima o poi le donne pretenderanno anche di poter votare…

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre