Stai leggendo:

"Incantesimo Napoletano" di Paolo Genovese e Luca Miniero

30 gennaio 2002 Recensioni 0 Commenti
Alberto Cassani, 30 Gennaio 2002: Allegro
Lucky Red, 8 Febbraio 2002

Assuntina Aiello è la disperazione dei genitori, napoletani veraci: ha un fortissimo accento milanese, ama le cose che amano i milanesi e da grande vuol fare l’inprenditrice. Un incubo. Il padre le tenta tutte, anche una “vacanza” a Torre Annunziata, ma non c’è niente da fare: sua figlia è milanese!


Decisamente un film allegro e vivace. Non il massimo della tecnica cinematografica, anche se ci sono diverse scene ben costruite, ma quello che davvero impressiona è l’efficacia delle singole gag riproposte lungo tutto il film, come quella degli zii alla disperata ricerca di un figlio.

L’idea di partenza è stravagante e tutto sommato insensata, ma sicuramente ben sviluppata. Tutta l’ultima parte è però piuttosto fiacca e il finale può lasciare perplessi, come purtroppo spesso capita con i film tratti da cortometraggi com’è questo.

Incantesimo Napoletano non è un film che può incassare cifre esorbitanti, è una commedia troppo fine rispetto a certi blockbuster di casa nostra, però è una proiezione sicuramente piacevole e divertente.


Titolo: Incantesimo napoletano
Regia: Paolo Genovese & Luca Miniero
Sceneggiatura: Paolo Genovese, Luca Miniero
Fotografia: Andrea Locatelli
Interpreti: Gianni Ferreri, Marina Confalone, Clelia Bernacchi, Serena Improta, Chiara Papa, Tonino Taiuti, Riccardo Zinna, Lello Giulivo, Lucianna De Falco, Danny Zullino, Salvatore Misticone, Clotilde De Spirito, Walter Cerra, Gina Perna, Antonella Stefanucci
Nazionalità: Italia, 2001
Durata: 1h. 30′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.