Stai leggendo:

"Il dolce rumore della vita" di Giuseppe Bertolucci

13 settembre 1999 Recensioni 3 Commenti
Alberto Cassani, 13 Settembre 1999: Insopportabile
Medusa, 1999

La giovane attrice Sofia, delusa dall’amante regista rivelatosi gay, abbandona le prove teatrale dell’Otello. Nella toilette del treno trova un bambino appena partorito, lo raccoglie e fa credere a tutti che sia suo. Anni dopo, per vendicarsi, Sofia farà credere al regista di avere avuto quel figlio da lui…


Ben difficilmente può capitare di trovare nello stesso film un così alto numero di cattivi attori. E se la cosa non sorprende da parte di Francesca Neri e Rosalinda Celentano, sorprende da parte del solitamente bravo Rade Serbedzija (Prima della pioggia). La recitazione è talmente insopportabile che quando, durante una discussione con i genitori, l’attrice teatrale interpretata dalla Neri dice «ho deciso di smettere di recitare» proviamo un tuffo al cuore nella speranza che sia proprio Francesca Neri a voler smettere…

La cosa sorprendente, comunque, è che la pessima recitazione non è la cosa peggiore del film. La sceneggiatura, infatti, pur partendo da un’idea intrigante si rivela ben presto un’orribile accozzaglia di simbolismi e situazioni irrealistiche. Giuseppe Bertolucci si impegna per dare con la sua regia un ritmo moderno ad un film che non ha molte ragioni di esistere al di là delle belle musiche dei  Bevano Est, ma le inquadrature storte e il montaggio frammentato finiscono per alienare lo spettatore invece che avvolgerlo nell’atmosfera voluta dal regista. Salviamo il cinema italiano: impediamo a questa gente di fare altri film!


Titolo: Il dolce rumore della vita
Regia: Giuseppe Bertolucci
Sceneggiatura: Lidia Ravera, Mimmo Rafele, Giuseppe Bertolucci
Fotografia: Fabio Cianchetti
Interpreti: Francesca Neri, Rade Serbedzija, Niccolò Senni, Rosalinda Celentano, Olimpia Carlisi, Alida Valli, Claudio Biscone, Marina Confalone, Gea Lionello

Nazionalità: Italia, 1999
Durata: 1h. 32′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 3 commenti a questo articolo:

  1. qualche tempo fa leggevo su internet che il regista si ispira molto nei suoi film a martin scorsese e che spera di diventare come lui in futuro
    c’è la farà?

  2. Alberto Cassani scrive:

    Giuseppe Bertolucci ha 62 anni. Direi che ormai è un po’ tardi…

  3. E SI
    IL FRATELLO E NETTAMENTE MIGLIORE COME REGISTA

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.