Stai leggendo:

"La memoria del cuore" di Michael Sucsy

27 luglio 2012 Recensioni 6 Commenti
La memoria del cuore

Sony, 25 Luglio 2012 – Terribile

In seguito a un incidente d’auto, Paige perde ogni ricordo degli ultimi 5 anni della sua vita, tanto che suo marito Leo le diventa sconosciuto. Confusa e spaventata, torna a vivere coi genitori cercando di riappropriarsi della sua vita, mentre Leo cerca di farla nuovamente innamorare di sé…


Channing Tatum e Rachel McAdams in La memoria del cuoreIspirato a una storia vera raccontata dai suoi protagonisti in un libro che porta lo stesso titolo (pubblicato in Italia da Rizzoli), La memoria del cuore è la sagra del luogo comune e del pessimo dialogo. D’altra parte era difficile aspettarsi di meglio dalla coppia responsabile della sceneggiatura di Mai stata baciata, nonostante il loro lavoro sia stato riscritto da uno dei produttori della bella serie Friday Night Lights. Alle brutture di scrittura si aggiunge purtroppo anche una regia approssimativa (d’altronde Sucsy è al secondo lungometraggio, il primo per il cinema), piena di ralenti assassini e momenti per nulla credibili.

Channing Tatum e Rachel McAdams in La memoria del cuoreIn questi casi, spesso, ciò che viene in aiuto del film è l’alchimia che si crea tra i protagonisti. Ma in questa occasione specifica la cosa era praticamente impossibile vista la trama, che separa emotivamente i due personaggi già dopo pochi minuti. E mancando evidentemente una guida sicura, i due attori non riescono proprio a brillare. Anzi, Tatum sembra assolutamente fuori posto in questo tipo di pellicole mentre la McAdams offre probabilmente l’interpretazione meno convincente di tutta la sua brillante carriera. Degli altri non vale neanche la pena parlare, svogliati e costretti in personaggi monodimensionali come sono. E la cosa vale un po’ per tutto il film, uno di quelli che se si fa l’errore di guardare poi si vorrebbe dimenticare il più in fretta possibile.


La locandina di La memoria del cuoreTitolo: La memoria del cuore (The Vow)
Regia: Michael Sucsy
Sceneggiatura: Abby Kohn, Marc Silverstein, Jason Katims
Fotografia: Rogier Stoffers
Interpreti: Rachel McAdams, Channing Tatum, Sam Neill, Jessica Lange, Scott Speedman, Wendy Crewson, Jessica McNamee, Tatiana Maslay, Joe Cobden, Lucas Bryant, Joey Klein, Joe Cobden, Jeananne Goossen, Dillon Casey, Shannon Barnett
Nazionalità: USA, 2012
Durata: 1h. 44′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 6 commenti a questo articolo:

  1. Morpheus scrive:

    I film tratti dal cartaceo di Sparks sembrano sempre così smielati e finti, troppo diversi dai romanzi…

  2. Alberto Cassani scrive:

    Non ho capito cosa c’entrano i “cartacei” di Sparks con questo film, che è tratto da una storia vera.

  3. Marco scrive:

    Stradaccordo con Albe, veramente pessimo, ve ne sono di drammi molto più interessanti e ben fatti di questo.
    Tra l’altro l’idea non è neanche originale (ok che è ispirata a fatti realmente accaduti) considerato che al cinema un tema simile è già stato trattato dal carino “50 Volte il Primo Bacio”.
    Salverei solo la bellezza della McAdams in evidente declino artistico.
    Come ha fatto poi ha guadagnare 197 milioni di dollari worldwide bho…

  4. Alberto Cassani scrive:

    Non so se è giusto pensare che la carriere della McAdams sia in declino. In realtà lei ha avuto una carriera artisticamente di medio livello, con qualche punta di valore ma senza mai innalzarsi stabilmente nel cinema più di qualità né tantomeno riuscendo a diventare davvero una stella. Penso che purtroppo la sua dimensione sia questa: film sentimentali più o meno brillanti. Poi sul valore dei copioni magari potrebbe comunque scegliere meglio…

  5. Marco scrive:

    No intendevo le sue ultime prestazioni attoriali, qualitativamente parlando, le ho trovate un pò scialbe rispetto a “2 Single A Nozze” e “Il Buongiorno Del Mattino”.

  6. Alberto Cassani scrive:

    Sì, anche questo è vero. Probabilmente è una che dev’essere ben diretta, altrimenti non riesce a trovare il filo giusto.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.