Stai leggendo:

"Le tre sepolture" di Tommy Lee Jones

3 febbraio 2006 Recensioni 0 Commenti
Le tre sepolture

01 Distribution, 10 Febbraio 2006 – Indimenticabile

Il cadavere di Melquiades Estrada viene trovato sepolto alla buona e già in decomposizione. La polizia locale lo interra nella fossa comune, ma l’unico vero amico di Melquiades è deciso a scoprire chi ha l’ucciso e a costringere il responsabile a dissotterrare il corpo e portarlo a cavallo fino al suo paesino natio…


Una scena di Le tre sepoltureVincente, avvincente e convincente. Le tre sepolture – il primo film da regista di Tommy Lee Jones – è un film di grande spessore umano ed artistico, un melodramma moderno che onora i vecchi western, scritto senza retorica e con straordinaria lucidità da Guillermo Arriaga, lo stesso sceneggiatore di Amores Perros e di 21 Grammi. La storia racconta la gente, le tradizioni e le ingiustizie in una terra di confine tra Messico e Texas, quella tra nord e sud del Rio Grande, che texani e messicani condividono di fatto ma che psicologicamente ognuno vuole sentire e rendere propria a tutti gli effetti. Contrasti razziali e sociali, bellezze naturali da mozzare il fiato e connivenze tra la polizia locale e guardie di confine al fine di sconfiggere e contrastare l’immigrazione clandestina, fanno da scenario ad una magnifica storia sull’amicizia, sulla vendetta e sul destino, difficile da catalogare in poche parole ed impossibile da dimenticare.

Julio Cedillo in Le tre sepoltureRaccontato a frammenti, in modo piuttosto invasivo nella prima parte, il racconto va continuamente avanti e indietro nel tempo come in 21 grammi, fino a raggiungere una meravigliosa fluidità e la giusta armonia narrativa nel momento in cui inizia il viaggio dei tre verso il ritorno a casa di Melquiades. La storia de Le tre sepolture è unica nel suo genere, affascinante sotto ogni punto di vista, dall’essenza stessa dei personaggi ai loro reciproci legami fino al modo in cui tutto viene raccontato. La straordinaria fotografia, il montaggio, le musiche d’atmosfera ed i colori impressionano e fanno di certo il loro in tutto il contesto, ma quel che fa di questo film un vero capolavoro è il sentimento profondo, originale e palpabile ad ogni istante, con cui lo sceneggiatore ed il regista/attore lo hanno realizzato nella sua meravigliosa autenticità.

Barry Pepper in Le tre sepoltureNato e cresciuto a San Saba, in Texas, e possessore di un enorme ranch sulle Davis Mountains (scenario magnifico in cui è ambientato il film), Tommy Lee Jones ha voluto omaggiare le sue origini e la “sua gente” con una storia che raccontasse in sostanza quel che sin da bambino gli succedeva intorno, storie di ingiustizie e di disperazione che non verranno mai alla luce ma che egli voleva ad ogni costo ricordare. E chi altri meglio di Arriaga poteva accompagnarlo in questo viaggio? Messicano di origine e grande amante di queste terre e di queste storie che mischiano insieme cultura, usanze, tradizioni, ironia della sorte e humour nero (presente in quantità massiccia nel film) e che donano da sempre a queste terre un fascino unico e inimitabile, lo sceneggiatore ha a nostro avviso fatto il lavoro più difficile, dando vita ad un personaggio (quello di Melquiades) e ad una vicenda che racchiude tutti questi aspetti in maniera impressionante.

Una scena di Le tre sepoltureLa straordinaria coralità, la crudezza di alcune sequenze, il modo in cui ci viene presentata la mancanza del rispetto dei diritti umani presente in quelle zone dimenticate dal mondo e dalla giustizia; insieme all’unicità dei numerosi paesaggi che la location ha offerto – così variegati e dissimili tra loro per vegetazione, atmosfera e clima – e alla burbera ma efficace interpretazione di Jones, fanno de Le tre sepolture un film davvero indimenticabile.

Doppio vincitore al Festival di Cannes 2005, con i premi per il Migliore Attore e la Migliore Sceneggiatura.


La locandina di Le tre sepoltureTitolo: Le tre sepolture (The Three Burials of Melquiades Estrada)
Regia: Tommy Lee Jones
Sceneggiatura: Guillermo Arriaga
Fotografia: Chris Menges
Interpreti: Tommy Lee Jones, Barry Pepper, Julio Cedillo, January Jones, Dwight Yoakam, Melissa Leo, Levon Helm, Mel Rodriguez, Cecilia Suárez, Ignacio Guadalupe, Josh Berry
Nazionalità: USA, 2005
Durata: 2h. 01′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.