Stai leggendo:

L'Enfer di Danis Tanovic

9 maggio 2006 Recensioni 2 Commenti
L'Enfer

01 Distribution, 9 Giugno 2006 – Avvolgente

Tre sorelle vivono l’amore in maniera molto diversa, ma per tutte e tre significa soprattutto sofferenze e incomprensioni. Che i loro problemi siano in realtà tutta colpa della madre malata? Che sia colpa sua se l’intera vita delle sue figlie è un vero inferno?


Carole Bouquet in L'EnferTratto dalla trilogia di sceneggiature Il Paradiso, l’Inferno, il Purgatorio di Krzystof Kieslowski e Krzystof Piesiewicz – da cui Tom Tykwer aveva già tratto il dimenticabile Heaven nel 2002 – L’Enfer è un film interessante e con alcuni momenti davvero eccezionali, ma anche diversi dialoghi francamente imbarazzanti. Tanovic è comunque bravissimo a raccontare singolarmente le storie, un po’ meno ad incrociarle, facendoci sempre parteggiare per la protagonista nonostante le opposte situazioni in cui le sorelle si trovano. In particolare, la storia di Cecile (Karin Viard) risulta estremamente coinvolgente, grazie soprattutto alla delicatezza con cui è raccontata e forse al fatto che fa da pietra angolare per arrivare alla risoluzione dell’intreccio globale.

Karin Viard, Marie Gillain e Emmanuelle Béart in L'EnferCon qualche citazione evidente e molti rimandi più sottili al cinema di Kieslowski – ed è giusto così visto che la storia è sua – Danis Tanovic costruisce una pellicola intensa e appassionante, che non mancherà di trasportare gli spettatori nel mondo dei personaggi che gli vengono raccontati. Aiutato anche da un cast d’eccezione, il regista bosniaco colpisce nel segno e – al di là delle cadute di tono accennate più sopra – realizza un film capace di soddisfare gli amanti del cinema d’autore, pur senza caricare eccessivamente quegli elementi che potrebbero allontanare il pubblico comune.


La locandina francese di L'EnferTitolo: L’Enfer (Id.)
Regia: Danis Tanovic
Sceneggiatura: Krzysztof Piesiewicz
Fotografia: Laurent Dailland
Interpreti: Emmanuelle Béart, Karin Viard, Marie Giallin, Carole Bouquet, Guillaume Canet, Jacques Gablin, Jacques Perrin, Miki Manojlovic, Jean Rochefort, Maryam d’Abo, Gaëlle Bona, Georges Siatidis, Serge-Henri Valcke, Dominique Reymond
Nazionalità: Francia – Italia – Belgio – Giappone, 2005
Durata: 1h. 38′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 2 commenti a questo articolo:

  1. Sebastiano scrive:

    Ho visto casualmente Heaven, e cavolo: e’ veramente orrendo! Non ci posso credere.
    Ci sono due che sembrano Cate Blanchett e Giovanni Ribisi.

  2. Alberto Cassani scrive:

    Io mi sento di dire che Tom Tikwer è il regista più sopravvalutato del secondo dopoguerra. A parte il suo episodio di “Paris je t’aime”, ha diretto solo brutti film.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.