Stai leggendo:

"Lilo & Stitch" di Chris Sanders & Dean DeBlois

19 giugno 2002 Recensioni 2 Commenti
Alberto Cassani, 19 Giugno 2002: Entusiasmante
Buena Vista, 21 Giugno 2002

Stitch è un esperimento genetico extraterrestre mal riuscito. Ne viene decisa la soppressione, ma l’intelligente animaletto riesce a fuggire con un razzo con il quale finirà sul pianeta Terra,  in una delle isole Hawaii. Qui incontra Lilo, una solitaria bambina che adotta lo pseudocagnolino…


Tra gli ultimi film d’animazione prodotti dalla Disney ci sono Aladdin (un arabo), Pocahontas (un’indiana d’America), Mulan (una cinese). Questa volta è il turno di un’abitante del 49° Stato dell’Unione. Non si può certo dire che la cosa sia casuale. Ma questa al lato politically correct del progetto è l’unica critica che si può muovere ad un film divertente e interessante, colorato e intelligente.

Lilo & Stitch è una pellicola straordinariamente divertente, che ha il chiaro intento di riportare in auge i fasti di prodotti della Disney passata quali Dumbo o Bambi, pur con qualche aggiornamento (il ganzo della situazione ha persino un tatuaggio!). La cosa piacerà ai bimbi, che si divertiranno e si commuoveranno, e piacerà agli adulti che quei film se li ricordano. Forse piacerà un po’ meno ai giovani adolescenti, che probabilmente non troveranno grandi attrattive in questi personaggi.

La sceneggiatura, scritta dagli stessi registi, è efficacissima e piena di gioiellini, spesso citazionisti; non ha mai cadute di ritmo e non ci sono scene noiose, basta non chiedersi troppo spesso «ma com’è possibile che…?». I personaggi sono ben costruiti e ben disegnati, e riescono sempre ad essere molto simpatici. Qualche scenetta comica è forse un po’ troppo sottile per la mente di un bambino (Roswell? Pamela Anderson?), ma le situazioni in cui queste scene sono inserite rendono comunque la visione piacevole ai più piccoli.

Nella ricerca dell’old style si è tornati a disegnare il film con tecniche visivamente più classiche, con il computer utilizzato anche per dare un look più “normale” al film, come ad esempio gli scenari dipinti con l’effetto acquerello. Il risultato grafico è eccellente, ed è la dimostrazione che negli ultimi anni alla Disney hanno forse pensato un po’ troppo a sviluppare le nuove tecnologie e troppo poco a curare le sceneggiature e sfruttare le tecniche che già conoscevano alla perfezione.


Titolo: Lilo & Stitch (Id.)
Regia: Chris Sanders & Dean DeBlois
Sceneggiatura: Chris Sanders, Dean DeBlois
Fotografia:
Doppiatori: Lilian Caputo, Bob Van Der Howen, Maura Cenciarelli, Nanni Baldini, Paolo Lombardi, Paolo Buglioni, Mino Caprio, Paola Tedesco, Glauco Onorato, Germano Basile, Alessandra Korompay, Paola Giannetti, Giulia Franceschetti
Nazionalità: USA, 2002
Durata: 1h. 30′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 2 commenti a questo articolo:

  1. Riccardo scrive:

    Concordo assolutamente con la recensione, ma nel post di NON è UN PAESE PER VECCHI avevo letto che c’era la stellina ( che stramerita ) ;)

  2. Alberto Cassani scrive:

    C’era, infatti, ma l’ho leggermente ridimensionato col tempo.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre