Stai leggendo:

"Manuale d'amore 2" di Giovanni Veronesi

17 gennaio 2007 Recensioni 1 Commento
Manuale d'amore 2

FilmAuro, 19 Gennaio 2007 – Discontinuo

Un ragazzo temporaneamente paralizzato si innamora della sua sensuale fisioterapista, una coppia sposata da quattro anni ricorrono alla fecondazione artificiale per avere un figlio, due gay decidono finalmente di andare in Spagna a sposarsi e un 50enne perde la testa per la giovane nipote della sua vicina di casa…


Monica Bellucci e Riccarso Scamarcio in Manuale d'amore 2Dopo i 13 milioni di euro incassati dal primo episodio, Giovanni Veronesi continua la sua indagine sulle stagioni dell’amore con quella che nelle sue intenzioni è diventata la seconda parte di una pentalogia. E ripropone ovviamente la stessa struttura del prototipo, con quattro storie separate e un cast variegato, in cerca della conferma di quel sorprendente successo. Stavolta il film ha forse qualche pretesa in più, affrontando temi meno banali del precedente, come l’inseminazione assistita e il matrimonio gay. Il risultato però non convince, in nessuno dei quattro episodi, pur dando l’impressione che il film nella sua interezza sia un prodotto più riuscito del precedente.

Elsa Pataki e Carlo Verdone in Manuale d'amore 2Se nel prototipo il primo episodio era il migliore, qui si parte invece malissimo con un episodio vuoto e anche un po’ sciatto, che risulta sopportabile grazie alla verve della spalla Dario Bandiera ma non certo grazie all’annacquato sex appeal dei due protagonisti. In più, il film si conclude con un episodio eccessivamente lungo e mai divertente, interpretato da un Carlo Verdone il cui personaggio ormai ha stancato e da una carneade spagnola del tutto anonima.

Fabio Volo e Barbora Bobulova in Manuale d'amore 2I due episodi centrali sono i più riusciti, pur nella loro imperfezione. Quello dedicato alla maternità presenta dei dialoghi brillanti ma situazioni ovvie, e per la prima volta nella sua carriera Barbora Bobulova dà l’impressione di essere mal diretta. Quello sul matrimonio gay è forse il più ispirato, e nonostante la recitazione macchiettistica di Rubini e Albanese è l’unico che sembra davvero compiuto nonostante la faciloneria di certe battute. Un po’ poco, viste le tante parole spese a proposito del film in fase di promozione, ma forse sufficiente al pubblico che ha amato il precedente. Successo economico o meno, dal punto di vista cinematografico non abbiamo niente da aspettarci, da questa serie.


La locandina di Manuale d'amore 2Titolo: Manuale d’amore 2 (capitoli successivi)
Regia: Giovanni Veronesi
Sceneggiatura: Giovanni Veronesi, Ugo Chiti, Andrea Agnello
Fotografia: Tani Canevari
Interpreti: Carlo Verdone, Monica Bellucci, Riccardo Scamarcio, Fabio Volo, Sergio Rubini, Antonio Albanese, Claudio Bisio, Barbora Bobulova, Elsa Pataky, Dario Bandiera, Claudia Zanella, Fiorello
Nazionalità: Italia, 2007
Durata: 1h. 45′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. […] voglia veder data ai suoi film una valenza sociologica come invece ha fatto nella sua recensione di Manuale d’amore 2 Paolo Mereghetti. È meno giusto, però, pensare che perché si fanno film commerciali vada tutto […]

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.