Stai leggendo:

Martin Eden di Pietro Marcello

3 settembre 2019 Recensioni 0 Commenti
Martin Eden

01 Distribution, 4 Settembre 2019 – Irrilevante

Martin Eden è un marinaio napoletano che, un giorno, salva il giovane borghese Arturo da un pestaggio. Questi, per ringraziarlo lo invita a casa sua, dove Martin incontra la sorella di Arturo, Elena, di cui s’innamora. Grazie a questo amore, deciderà di farsi una cultura e diventare scrittore…


Il film Martin Eden di Pietro Marcello racconta la storia narrata da Jack London nel 1908 trasponendola nella Napoli di inizio XX secolo. Marcello sceglie di girare in modo piuttosto lineare, a parte un’ellissi importante tra il secondo e terzo atto. Il ritratto della miserabile vita di Martin e dei suoi compagni, in contrasto con la bella vita dei ricchi borghesi è sicuramente una delle cose meglio riuscite del film, che però mescola una moltitudine di temi senza approfondirne nemmeno uno, lasciando lo spettatore piuttosto confuso.

Sul piatto, Marcello mette la voglia di riscatto sociale ma anche la descrizione di certi ambienti di quella Napoli, il socialismo e l’individualismo, i sindacati e molti altri temi potenzialmente interessanti. Purtroppo, decide di non approfondirne nessuno, badando solo a raccontare la storia del protagonista, il suo amore per Elena e il suo instancabile tentativo di migliorare la propria condizione sociale. Tutti i temi sono rappresentati solo allo scopo di poter procedere con la trama che si dispiega sullo schermo. Inoltre, anche l’amore tra Martin ed Elena è più dichiarato a parole che dimostrato dai fatti: allo spettatore non resta nemmeno l’emozione di una storia d’amore, passionale o tragica che sia. In effetti, alla fine della proiezione allo spettatore non resta nulla e il film si dimentica immediatamente, tanto poco approfondito è il racconto.

L’interpretazione di Luca Marinelli è di certo buona, almeno fino a tre quarti di film. Nell’ultima parte, però, risulta eccessivamente sopra le righe e poco efficace, e non fa altro che contribuire al naufragio generale. Martin Eden è un film irrilevante, perché non lascia nulla nella memoria dello spettatore, e lo è ancora di più perché accenna temi importanti senza svilupparne nessuno.


La locandinaTitolo: Martin Eden
Regia: Pietro Marcello
Sceneggiatura: Maurizio Braucci, Pietro Marcello
Fotografia: Francesco di Giacomo, Alessandro Abate
Interpreti: Luca Marinelli, Jessica Cressy, Denise Sardisco, Vincenzo Nemolato, Marco Leonardi, Autilia Ranieri, Carlo Cecchi, Carmen Pommella, Lana Vlady, Elisabetta Valgoi, Savino Paparella, Giustiniano Alpi, Franco Pinelli, Pietro Ragusa, Aniello Arena, Gaetano Bruno
Nazionalità: Italia – Francia, 2019
Durata: 2h. 09′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].