Stai leggendo:

"Miral" di Julian Schnabel

2 settembre 2010 Recensioni 0 Commenti
Miral

Eagle Pictures, 3 Settembre 2010 – Freddo

Miral è il nome di un fiore rosso che cresce ai bordi delle strade, ma è anche il nome di una ragazza che cresce nella Palestina occupata dall’esercito israeliano e si trova a dover mediare tra la sua voglia di lotta e la necessità di restare neutrali per poter aiutare le giovani connazionali…


Hiam Abbas in una scena di MiralTratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Rula Jebreal e dedicato a tutti gli israeliani e palestinesi che si augurano una soluzione pacifica del conflitto israelo-palestinese, Miral non riesce a sfruttare la grande forza del soggetto che racconta e manca dell’inventiva registica presente negli altri film di Schnabel. Quest’ultima cosa potrebbe derivare da una volontà del regista di dare maggior peso ai contenuti rispetto alla confezione, di incanalare l’attenzione del pubblico verso la vicenda raccontata senza distrarlo in alcun modo, ma così facendo rende piatti alcuni momenti che avrebbero invece avuto bisogno di maggiore intensità. E sì che alcune soluzioni, come i bordi dell’inquadratura fuori fuoco nella scena dello stupro, si erano inizialmente rivelate straordinariamente efficaci.

Freida Pinto in una scena di MiralNonostante il film si concentri in particolar modo sul periodo dell’Intifada, la storia inizia nel 1948 e passa anche attraverso la Guerra dei sei giorni del 1967. Schnabel preferisce però non mostrare la crudezza della guerra, che pure è lo sfondo di tutta la pellicola, prefendo concentrarsi sulle vicende personali delle sue protagoniste e sul loro rapporto con la guerra. Cercando però di non prendere una posizione troppo decisa sulla questione mediorientale finisce per mancare un po’ di coraggio, non riuscendo quindi a trascinare totalmente l’emotività dello spettatore. Da un regista come Julian Schnabel era lecito aspettarsi un film più forte ed elaborato, ma venendo da un regista di religione ebraica può comunque essere un importantissimo punto di partenza per la ricerca di un tentativo di soluzione.


La locandina di MiralTitolo: Miral (Id.)
Regia: Julian Schnabel
Sceneggiatura: Rula Jebreal
Fotografia: Eric Gautier
Interpreti: Hiam Abbass, Freida Pinto, Alexander Siddig, Yasmine Elmasri, Ruba Blal, Omar Metwally, Willem Dafoe, Vanessa Redgrave, Stella Schnabel, Makram Khoury, Najwa Mubarki, Lana Zreik, Doraid Liddawi, Adham Agel, Yolanda El-Karam
Nazionalità: Francia – Israele – Italia – India, 2010
Durata: 1h. 52′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 16 al 18 settembre

  • 1. Alla ricerca di Dory (5.565.727)
  • 2. Trafficanti (879.300)
  • 3. Io prima di te (836.117)
  • 4. L'estate addosso (757.222)
  • 5. Independence Day - Rigenerazione (649.407)
  • 6. The Beatles - Eight Days a Week (582.407)
  • 7. L'era glaciale: In rotta di collisione (485.655)
  • 8. Jason Bourne (267.705)
  • 9. Man in the Dark (239.614)
  • 10. Fuck You Prof! 2 (149.989)