Stai leggendo:

"Pazze di me" di Fausto Brizzi

25 febbraio 2014 Recensioni 1 Commento
Pazze di me

01 Distribution, 24 Gennaio 2013 – Assurdo

Andrea è l’unico uomo all’interno di una famiglia composta da sei donne: la madre, la nonna, la badante della nonna e tre sconclusionate sorelle. Per lui trovare una ragazza sarà un’impresa particolarmente complicata, perché le donne di casa si metteranno regolarmente in mezzo…


Lucia Poli, Paola Minaccioni, Chiara Francini, Loretta Goggi, Francesco Mandelli, Marina Rocco e Claudia Zanella in Pazze di meUna commedia si regge di solito su due elementi chiave: una sceneggiatura di ferro e un perfetto ritmo di regia che assecondi i tempi comici. Ci sono volute tre persone per scrivere Pazze di me e quello che ne è uscito è un testo con grossi pregi e grossi difetti. Tra i pregi si annoverano alcuni personaggi e l’intuizione (la migliore del film) di esagerare con i caratteri di alcuni di questi, rendendoli spesso assurdi. Così, la svampita Federica non si ricorda dove ha lasciato la macchina del fratello la sera precedente, che è un po’ troppo inverosimile anche per una commedia, ma è proprio questo che la rende divertente. Lo stesso dicasi per la festa dei 25 anni di matrimonio: succede di tutto, e si ride. Il difetto principale è invece la prevedibilità degli eventi, ma molte situazioni sono mal studiate (Argentero che abbandona Francini sull’altare) o ripetitive (il gioco da bambini del sì/no tra Mandelli e Zanella).

Valeria Bilello e Francesco Mandelli in Pazze di meA completare il quadro c’è la regia di Brizzi, che troppo di frequente non riesce a stare al passo delle situazioni comiche, soprattutto quando in scena non c’è Mandelli. Brizzi continua sulla strada degli scontri tra maschi e femmine, questa volta mettendo un solo uomo in mezzo a tante donne: pur avendo a disposizione un cast di buon livello, raramente riesce a utilizzarlo in tutte le sue potenzialità. Troppe volte gli attori sembrano senza una direzione e Mandelli da solo, per quanto bravo e con la faccia giusta per il ruolo, non può risollevare la situazione.

Claudia Zanella e Francesco Mandelli in Pazze di meMolto spesso le scene che vorrebbero essere divertenti mancano il colpo, oppure si basano su ripetizioni di situazioni che riproposte più volte, anziché risultare divertenti risultano noiose e scontate. Certo: a tratti si ride, a volte di gusto, ma purtroppo le situazioni davvero divertenti si contano sulle dita di una mano (quando di materiale ce ne sarebbe a bizzeffe) e quando il film finisce si ha la sensazione di aver assistito a una prova, più che alla recita principale.

Pazze di me è un film buono più per una seconda serata televisiva che per il cinema, poco convincente e poco rifinito, pur se con un paio di buone idee che sono ben lontane dal riuscire a tenere a galla la pellicola.


La locandina di Pazze di meTitolo: Pazze di me
Regia: Fausto Brizzi
Sceneggiatura: Fausto Brizzi, Marco Martani, Federica Bosco
Fotografia: Marcello Montarsi
Interpreti: Francesco Mandelli, Paola Minaccioni, Loretta Goggi, Lucia Poli, Claudia Zanella, Chiara Francini, Marina Rocco, Valeria Bilello, Alessandro Tiberi, Gioele Dix, Flavio Insinna, Pif, Maurizio Micheli, Margherita Vicario, Edy Angelillo, Luca Argentero, Fabrizio Biggio
Nazionalità: Italia, 2012
Durata: 1h. 34′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Marco scrive:

    Concordo su tutto. Veramente poche le battute davvero divertenti. Per il resto mi accordo sui difetti già descritti.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.