Stai leggendo:

"Se devo essere sincera" di Davide Ferrario

29 settembre 2004 Senza categoria 0 Commenti
CineFile

Medusa, 8 Ottobre 2004 – Innocuo

Adelaide insegna lettere in un liceo di Torino. E’ sposata ed ha una figlia di otto anni, una madre giovanile, un’amica carissima e una cagnetta pestifera. La sua vita subisce una scossa imprevista quando una sua collega viene trovata strangolata e un affascinante commissario inizia le indagini interrogandola…


Luciana Littizzetto e Neri MarcorèAdelaide è una delle poche torinesi DOC che si possono trovare nella città di Torino. Insegna lettere in un liceo ed è sposata con Renzo, che invece è insegnante di pratica automobilistica. Adelaide è una donna incasinata, piena di manie, un po’ isterica. Tutto cambia quando una sua collega viene trovata strangolata. Non che le importi molto della collega, ma il commissario che effettua le indagini la affascina molto. Forse spinta dalla convinzione che il marito la tradisca con una delle sue tante clienti provenienti dall’Europa dell’Est, Adelaide accetta la corte che il poliziotto le fa. Contemporaneamente, si mette in testa di risolverlo lei, il caso dell’omicidio della sua collega…

Luciana Littizzetto e Dino AbbresciaScritta da Luciana Littizzetto (insieme con Anna Maria Pivignano) con il chiaro intento di riproporre sul grande schermo quel tipo di personaggio – riveduto e corretto – che già l’aveva portata al successo in televisione, Se devo essere sincera è una commedia a tinte giallo-rosa che sa divertire ma non entusiasmare, che scorre via senza lasciare traccia ma che proprio per questo non fa danni. E tutto sommato non è una cosa così scontata…

Donatella Finocchiaro e Fabio TroianoTutto basato sullo scambio di battute, come d’altra parte è usuale nel cinema comico italiano, il film regala alcuni dialoghi davvero ottimi e più di una battuta capace di far sorridere anche lo spettatore peggio disposto. Quello che manca è un intreccio realmente convincente, come d’altra parte è usuale nel cinema comico italiano, e dei personaggi che sembrino qualcosa più che “maschere” monodimensionali. Certo l’unico scopo della pellicola è divertire il pubblico in maniera spensierata, e in questo ci riesce alla perfezione, ma viene il dubbio che neanche Davide Ferrario abbia capito bene il senso del progetto, visto che si è sforzato di rendere più personale un film che non gli appartiene, così da far capire che alla regia non c’è un manovale qualunque. Ma non serve: le battute della Littizzetto fanno ridere, e tanto basta.


La locandinaTitolo: Se devo essere sincera
Regia: Davide Ferrario
Sceneggiatura: Anna Maria Pivignano, Luciana Littizzetto
Fotografia: Fabio Cianchetti
Interpreti: Luciana Littizzetto, Neri Marcorè, Dino Abbrescia, Fabio Troiano, Donatella Finocchiaro, Lidia Biondi, Romana Olivetti, Mia Benedetta, Alessandro Adriano, Pasquale Bonarota, Francesca Vettori, Michele Nani, Luca Ferrero
Nazionalità: Italia, 2004
Durata: 1h. 47′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].