Stai leggendo:

"Se mi lasci ti cancello" di Michel Gondry

24 ottobre 2004 Recensioni 7 Commenti
Sandro Paté, 24 Ottobre 2004: Cerebrale
Eagle Pictures, 22 Ottobre 2004

Joel è un ragazzo timido ma che si innamora di chiunque mostri un minimo di interesse per lui. Un giorno incontra la scatenata Clementine, e naturalmente si innamorano. La loro vita procede bene, fino a quando lei non scompare dalla sua vita e lui scopre che si è fatta cancellare dalla memoria il suo ricordo…


Clementine (Kate Winslet), la ragazza di Joel (Jim Carrey), è un disastro. Si tinge i capelli dei colori più improbabili, si attacca alla bottiglia con preoccupante puntualità e ha una vita sessuale decisamente aperta. Secondo Joel, spalancata. Un giorno le succede qualcosa. I momenti passati tra tinte e bicchieri di superalcolici continuano ad essere gli stessi. C’è solo una piccola-grande novità: si è dimenticata completamente del fidanzato. E’ come se non lo avesse mai conosciuto.
Joel, dopo aver escluso il solito scherzo di cattivo gusto, scopre il progetto dell’oramai ex-compagna. Clementine si è rivolta alla Lacuna Inc., una società specializzata nel cancellare la memoria dei propri clienti. Al posto di formattare completamente i ricordi come un personal computer, il Dr. Mierzwiak, inventore del procedimento, offre la possibilità di rimuovere solo quelli legati ad una singola persona. Joel, ferito dal gesto di Clementine, riesce a farsi fissare un appuntamento. Pur con qualche attesa, in effetti il mese prima di San Valentino le richieste di cancellazione abbondano, è pronto a subire lo stesso trattamento: spostare Clementine nel cestino. Ma a Joel basta una notte di sonno attaccato a una macchina per dimenticarsi completamente di una storia d’amore?

Grazie alla solita inconcepibile traduzione italiana, il titolo del nuovo film di Michel Gondry è quello di una commedia sentimentale sdolcinata “stile Hugh Grant”, ma tutto il resto è pazzescamente geniale. Lo script di Charlie Kaufman, che già con Adaptation di regole sulla sceneggiatura ne aveva violate un bel po’, mette in scena i ricordi del personaggio principale, un bravissimo Jim Carrey.
Eternal Sunshine of the Spotless Mind, questo il titolo originale del film, è sconclusionato, incoerente, illogico, irrazionale, ripetitivo. Rimanda ai meccanismi del pensiero. Gondry, proprio per questo, dà vita ai paradossi delle associazioni mentali di Joel in maniera davvero creativa. Si serve della macchina a mano e di un sacco di effetti speciali. Le stanze buie, gli oggetti che si smaterializzano improvvisamente e i volti cancellati, creano un mood comico, tragico e inquietante allo stesso momento. Così la storia d’amore alla base del film, mai stucchevole, coinvolgente anche per la bella colonna sonora – Everybody’s Gotta Learn Sometimes di Beck è stupenda – è narrata in maniera originale e inconsueta.

Quando gli assistenti del Dr. Mierzwiak cancellano uno dopo l’altro i ricordi dei momenti passati con Clementine, lo spettatore vive l’esperienza di essere dentro la mente del protagonista. E’ presente nel suo cervello quando Joel si accorge di essere ancora innamorato. E quando cerca di raggiungere i ricordi più nascosti trascinandosi, in un vero e proprio inseguimento, quello della donna che ama. Ovunque vada i curiosi macchinari legati alla sua testa lo scoveranno e lo libereranno da lei. Proprio come aveva chiesto da sveglio.


Titolo: Se mi lasci ti cancello (Eternal Sunshine of the Spotless Mind)
Regia: Michel Gondry
Sceneggiatura: Charlie Kaufman
Fotografia: Ellen Kuras
Interpreti: Jim Carrey, Kate Winslet, Tom Wilkinson, Elijah Wood, Kirsten Dunst, Mark Ruffalo, Jane Adams, Thomas Jay Ryan, David Cross, Gerry Robert Byrne, Ellen Pompeo
Nazionalità: USA, 2004
Durata: 1h. 48′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 7 commenti a questo articolo:

  1. Karl scrive:

    No, niente. Mi sembrava un peccato nemmeno un commento per un gioiello del genere.

    Un film che ogni volta riguardo mi strappa il cuore e me lo butta davanti ai piedi.

  2. Alberto Cassani scrive:

    Fai benissimo a commentare, Karl. Purtroppo la maggior parte dei film che abbiamo recensito ai tempi della vecchia versione grafica del sito, prima che si potesse commentare direttamente le recensioni, di rado tornano agli onori delle cronache meritandosi qualche discussione.

  3. igor scrive:

    ALBERTO CHE VOTO DARESTI A QUESTO FILM?

  4. Alberto Cassani scrive:

    A me non era piaciuto, ma gli do comunque la sufficienza.

  5. Eddie scrive:

    Mi sono appena lasciato con la mia ragazza e penso che vedrò questo film così starò ancora peggio.

  6. Alberto Cassani scrive:

    Eddie, se poi ascolti anche “Walking on Sunshine” di Katrina and the Waves fai l’enplein.

  7. Eddie scrive:

    L’ho fatto senza aver letto il tuo commento, giuro.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 16 al 18 settembre

  • 1. Alla ricerca di Dory (5.565.727)
  • 2. Trafficanti (879.300)
  • 3. Io prima di te (836.117)
  • 4. L'estate addosso (757.222)
  • 5. Independence Day - Rigenerazione (649.407)
  • 6. The Beatles - Eight Days a Week (582.407)
  • 7. L'era glaciale: In rotta di collisione (485.655)
  • 8. Jason Bourne (267.705)
  • 9. Man in the Dark (239.614)
  • 10. Fuck You Prof! 2 (149.989)