Stai leggendo:

"Sex List" di Marcel Langenegger

31 agosto 2008 Recensioni 1 Commento
Enrico Sacchi, 31 Agosto 2008: Convenzionale
Mikado, 29 Agosto 2008

Jonathan è un anonimo revisore contabile che non fa altro che lavorare e non ha una vita personale. L’incontro con un carismatico avvocato aziendale fa scoprire a Jonathan una New York che esiste soltanto per i privilegiati, un campo di gioco decadente per i maggiori dirigenti di Manhattan…


Jonathan McQuarry (Ewan McGregor) lavora come contabile in una società che verifica i bilanci di grosse aziende. La sua vita è la più piatta che si possa immaginare: non è un tipo interessante e non ha nient’altro che il lavoro, fino alla sera in cui incontra Wyatt Bose (Hugh Jackman), un affascinante avvocato che invece sa molto bene come godersi la vita. Wyatt inizia a coinvolgere Jonathan nelle sue serate di locali esclusivi e donne bellissime, spiegandogli che lui riesce ad avere degli appuntamenti di solo sesso con affascinanti donne in carriera che, come loro, non hanno il tempo di costruirsi una vita privata. Tutto ciò grazie ad una speciale lista con i numeri di telefono, assolutamente anonimi, di quelli che ne sono a conoscenza e vogliono partecipare. Per errore, Jonathan finisce sulla lista al posto di Wyatt mentre questi è in viaggio di lavoro e comincia a frequentare alcune di queste donne, fino a conoscere l’affascinante “S” (Michelle Williams), di cui s’innamora. Di colpo però, la situazione precipita: “S” viene rapita e anche Wyatt è scomparso. Anzi, sembra non essere mai esistito…

La storia non è molto di più di quella di un’infinità di Tv-movie del genere: un uomo normale che subisce il fascino di qualcuno migliore di lei, che gioca fuori dalle regole e cerca di usarlo con l’inganno e la manipolazione per i propri scopi. Il tutto è piuttosto risaputo e prevedibile: ad una prima parte di presentazione dei personaggi e delle apparenze, segue uno sviluppo in cui la vita dell’ingenuo protagonista devia verso una direzione (da lui) imprevista e sembra migliorare, un incidente di percorso in cui le sue certezze crollano improvvisamente, una sua prima, inefficace, reazione, il trionfo di quelli che lo hanno ingannato, la maturazione del nostro eroe e il colpo di coda che lo porta alla rivincita definitiva.

Più che per l’intrigo che muove la trama, il film è in parte interessante per la buona fotografia di Dante Spinotti, che riesce a restituire tutti gli ambienti con la dovuta atmosfera, nonostante i continui stacchi tra riprese miste di pellicola e digitale, che in ogni caso non sono sempre piacevoli. Per quel che riguarda la colonna sonora, non c’è molto d’esaltante: abbastanza anonima, è adeguata alle richieste di un film del genere e poco altro. La regia dell’esordiente svizzero voluto dall’anche produttore (insieme ad altri tre o quattro) Hugh Jackman regala nel complesso una prima parte abbastanza riuscita, creando un’atmosfera torbida abbastanza credibile e giocando sul fascino dei protagonisti, ma poi non riesce a contenere l’inverosimiglianza in cui scivola la sceneggiatura nel brutto finale.

Se Ewan McGregor, con evidenti sforzi, restituisce uno sfigato quasi credibile, Hugh Jackman ha il problema opposto: per il proprio personaggio è aiutato dal proprio fascino, ma esagera stando sempre sopra le righe e finisce per risultare ridicolo con il procedere del film. L’idea della somiglianza su cui l’ultima parte si regge, poi, non sta in piedi neanche a volerlo. Michelle Williams fa quel che può, che non è molto, ma è abbastanza carina per la parte. In sostanza, il film piacerà a chi cerca un thriller davvero senza nessuna pretesa, che vanta, come già detto, una buona confezione ed una buona prima parte, ma che finisce poi per scivolare nell’inverosimile. Chi è disposto a crederci, molto probabilmente si accontenta di tutto il resto, e probabilmente, gode.


Titolo: Sex List – Omicidio a tre (Deception)
Regia: Marcel Langenegger
Sceneggiatura: Mark Bomback
Fotografia: Dante Spinotti
Interpreti: Hugh Jackman, Ewan McGregor, Michelle Williams, Lisa Gay Hamilton, Maggie Q, Natasha Henstridge, Lynn Cohen, Danny Burstein, Malcolm Goodwin, Charlotte Rampling, Frank Girardeau, Bill Camp, Bruce Altman, Andrew Ginsburg
Nazionalità: USA, 2008
Durata: 1h. 48′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente c'è 1 commento a questo articolo:

  1. Marco scrive:

    Il recensore mi ha tolto le parole di bocca.
    Concordo su tutto, pregi e difetti.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre