Stai leggendo:

"Snatch" di Guy Ritchie

30 marzo 2001 Recensioni 0 Commenti
Snatch - Lo strappo

Columbia, 16 Marzo 2001 – Medio

I diamanti da 84 carati sono merce rara, non sorprende che tutti vogliano metterci le mani sopra. Sorprende semmai che per tutti la vita dipende da quel diamante: dall’organizzatore di incontri di boxe clandestina al gioielliere finto ebreo, dal trio di rapinatori neri al rapinatore appassionato di scommesse…


Jason Statham, Stephen Graham e Brad Pitt in Snatch - Lo strappoNoto in Italia quasi esclusivamente per via del suo recente matrimonio con Madonna, in realtà Guy Ritchie ottenne un buon successo di critica con il suo primo film, Lock & Stock – Pazzi scatenati, che fu premiato anche come miglior commedia britannica del 1999 e che incassò più di 25 milioni di dollari in tutto il mondo. Snatch è salito all’onore delle cronache da subito, appunto per via del fatto che nel frattempo Ritchie è diventato il signor Ciccone, e anche per la presenza nel cast di Brad Pitt.

Il regista Guy Ritchie e Brad Pitt sul set di Snatch - Lo strappoRitchie ha adottato uno stile registico di buona inventiva anche se pare dover qualcosa a Steven Soderbergh, e soprattutto ha dimostrato di saper usare il montaggio elettronico a fini narrativi. Ma il risultato è comunque un film confuso e non sempre divertente, anche se non privo di cose interessanti. Forse i difetti maggiori della pellicola stanno nella sceneggiatura (scritta dallo stesso Ritchie), che mette in scena personaggi troppo fuori di testa senza affiancarli a personaggi seri che facciano da contraltare alla loro follia. Di conseguenza molte situazioni comiche finiscono per non lasciare il segno a causa della loro “normalità” all’interno dell’universo grottesco del film. La storia, poi, sembra trovare il ritmo giusto solo nella seconda parte, più o meno quando entra in scena il personaggio interpretato da Vinnie Jones, e da lì va in crescendo fino al bellissimo ultimo incontro di boxe per poi sgonfiarsi con un finale sotto tono.

Vinnie Jones e Dennis Farina in Snatch - Lo strappoIl cast ripresenta diversi volti già visti nel film precedente del regista, come il protagonista Jason Statham o appunto l’ex calciatore del Wimbledon Vinnie Jones (che anche sul campo di gioco non era esattamente un Lord…), insieme a facce note dell’universo Hollywoodiano come Benicio Del Toro, Dennis Farina e proprio Brad Pitt, che per interpretare uno zingaro dalla parlata quasi incomprensibile ha accettato una sostanziale riduzione d’ingaggio che comunque non danneggia più di tanto il suo conto in banca. Tutti sembra offrano una buona prova, anche se nessuno è veramente scintillante.

Etichettato un po’ prematuramente dalla stampa britannica come il nuovo capofila del “crime movie” di Sua Maestà, in realtà Ritchie non ha ancora saputo sfornare film che siano minimamente all’altezza di pellicole come The Krays o Long Good Friday. Le capacità e le idee per arrivare a quei livelli pare le abbia, però. Staremo a vedere.


La locandina di Snatch - Lo strappoTitolo: Snatch – Lo Strappo (Snatch)
Regia: Guy Ritchie
Sceneggiatura: Guy Ritchie
Fotografia: Tim Maurice-Jones
Interpreti: Jason Statham, Benicio Del Toro, Dennis Farina, Vinnie Jones, Brad Pitt, Rade Serbedzija, Alan Ford, Stephen Graham, Mike Reid, Robbie Gee, Lennie James, Ewen Bremner, Jason Flemyng, Ade, William Beck, Benicio Del Toro
Nazionalità: Regno Unito – USA, 2000
Durata: 1h. 44′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.