Stai leggendo:

Soundtrack: “20 sigarette” di Louis Siciliano

25 ottobre 2010 Soundtrack 5 Commenti
Valentina Alfonsi, 12 Ottobre 2010: * * *
In collaborazione con Colonne Sonore

Vincitore della sezione Controcampo Italiano del Festival di Venezia 2010, 20 sigarette è ispirato ad un attentato terroristico realmente avvenuto a Nassiryia nel novembre 2003. Il compositore Louis Siciliano ha dedicato il suo lavoro alla pace, all’armonia e al rispetto tra i popoli…


«Questo CD è dedicato alla pace, all’armonia e al rispetto tra i popoli», recita il booklet di 20 Sigarette, colonna sonora firmata da Louis Siciliano (ha curato di recente la musica di Happy Family di Gabriele Salvatores) per il film omonimo, vincitore della sezione Controcampo Italiano all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, attraverso il quale Aureliano Amadei ha raccontato in prima persona la propria esperienza di guerra.

Nell’attentato di Nassiryia (Iraq) del novembre 2003, muoiono 28 persone, 19 italiani e 9 iracheni. Tra le vittime italiane anche il regista Stefano Rolla, presente sul territorio iracheno per lavorare a un film. Si salva invece il suo giovane assistente, Aureliano Amadei, che nel 2005, in coppia con Francesco Trento, scrive 20 Sigarette a Nassiryia e quest’anno, scelto come alter ego cinematografico Vinicio Marchioni, traduce in immagini quella difficile storia.
Queste le premesse, doverose e importanti, che bisogna però riuscire a mettere da parte per guardare al film con occhi puliti, senza indulgenze né pregiudizi. Quello di Amadei non è un grande film, ma è certamente un’opera onesta, personale ed efficace. È diretta con brio, ben recitata da tutto il cast, sa far ridere e, nonostante la prevedibilità del percorso di crescita e consapevolezza vissuto dal protagonista, al momento giusto sa far ammutolire e pensare. Dispiace, perciò, che il passaggio nelle sale sia stato un po’ sottotono, perché le caratteristiche formali e contenutistiche di 20 Sigarette gli permetterebbero di comunicare agevolmente con un pubblico molto vasto.

La colonna sonora di Louis Siciliano mette insieme una tracklist dai titoli evocativi (“Si sta come d’autunno”, “The Abyss”, il grazioso “L’Espoir de Sel”) quasi completamente affidata alle chitarre elettriche e acustiche. Il compositore scrive di aver cercato «un colore musicale che fosse netto, senza fronzoli, asciutto e allo stesso tempo di grande impatto» che alterna passi più melodici a sequenze di suoni duri e insistiti. Malgrado l’ampiezza del tema trattato, 20 Sigarette è un film piuttosto intimo, concentrato sull’esperienza personale di Aureliano e i temi principali della colonna sonora (identificabili già nel primo gruppo di brani, da “Jackal of Beauty” a “The Cry of Stones”), cercano di esprimerne l’irruenza, l’entusiasmo e lo stupore dinanzi alla violenza della guerra. In chiusura si ascolta “Il vento nuovo”, canzone scritta da Siciliano e interpretata da Lou Six Journey, in linea col resto dell’album dal punto di vista musicale, ma penalizzata da un testo che sfiora il cattivo gusto nel cercare di fondere poeticità e crudezza del reale. Suona decisamente meglio nella semplice versione strumentale.


Titolo: 20 sigarette

Compositore: Louis Siciliano

Etichetta: GDM/Emi Music Italia, 2009

Numero dei brani: 15 (14 di commento + 1 canzone)

Durata: 41′ 44”


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Attualmente ci sono 5 commenti a questo articolo:

  1. Giuliana De Salvo scrive:

    Louis Siciliano è a mio avviso un musicista straordinario e poliedrico. E’ un artista Contemporaneo come pochi in Italia. La recensione mi sembra un pò freddina nei confronti di questo Album meraviglioso. Non riesco a capire come non abbia avuto una nominetion ai DAVID 2011. La Mafia è proprio una mentalità di questo paese, del resto peggio di come stiamo non possiamo stare. Gli artisti coraggiosi e innovativi andrebbero supportati un pò di più. Ma del resto siamo nel paese del Bunga Bunga.

  2. Alberto Cassani scrive:

    Credo sia evidente che tra Valentina Alfonsi e questa colonna sonora non sia scattata la scintilla dell’amore… Può darsi che, ascoltata separata dalle immagini del film, faccia meno effetto e quindi susciti meno emozioni. Sul servilismo del David nei confronti di un certo cinema italiano ho le mie idee ormai da diversi anni…

  3. Carmen Sermoneta scrive:

    Questa Colonna sonora è semplicemente la più bella realizzata negli ultimi dieci anni in Italia. Poesia ed emozione allo stato pure che confermano Louis Siciliano un grandissimo compositore.

  4. Esther Fontana scrive:

    Stasera ho rivisto 20 Sigarette in Tv su RAI TRE. Le Musiche danno pienamente il senso di questo profondo dramma. Avevo le lacrime agli occhi. Bellissime.

  5. Carmen Sermoneta scrive:

    Credo che Louis Siciliano,
    sia uno degli artisti più interessanti e innovativi al momento in Italia.
    E’ un pioniere dei linguaggi, riesce ad essere mago dei suoni e poeta e scrittore di rara sensibilità.
    Un’artista non contaminato dalla banalità, dal trito e ritrito e dai dogmi del mercato ai quali ormai tutti rispondono.
    La Musica e l’Arte di Louis Siciliano sono pura bellezza.
    Grazie.

    C.S.

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre