Stai leggendo:

Soundtrack: "One Day" di Rachel Portman

31 ottobre 2011 Soundtrack 0 Commenti
Massimo Privitera, 28 Ottobre 2011: * * *
In collaborazione con Colonne Sonore

Per una storia d’amore che per vent’anni vede due amanti incontrarsi sempre lo stesso giorno, la regista danese Lone Scherfig sceglie una colonna sonora composta da una selezione di canzoni che vanno dagli anni ’80 ai giorni nostri e la musica originale del premio Oscar Rachel Portman…


Il film, che esce in Italia l’11 novembre, ha una soundtrack accattivante e sentimentale al contempo, due registri tanto differenti ma così vicini a quei sentimenti che pervadono di continuo una love story che si rispetti, soprattutto quando questa è vissuta da due individui così diversi ma vicini nel cuore, Emma (Anne Hathaway) e Dexter (Jim Sturgess). La loro relazione inizia il 15 luglio del 1988 e va avanti per vent’anni, accompagnata da una sequela di canzoni romantiche e scatenate, che si insinuano tra le dolci note della Portman (purtroppo presente nell’album con solo 4 brani in coda al CD).

La colonna sonora si apre con il pezzo di Elvis Costello, scritto dal medesimo apposta per il film, “Sparkling Day”, una canzone appassionata che in alcuni passaggi ricorda le insinuanti ballate anni ’80 di David Bowie, davvero un inizio romantico coi fiocchi! L’album prosegue con una serie di canzoni più o meno famose, dal brioso rock melodico di Del Amitri “Roll to Me” al lungo brano psichedelico “Aftermath” di Tricky, dal rock duro e puro e dalle contaminazioni pop di pezzi quali “Born of Frustation” di James, “Rocks” dei Primal Scream, all’arcinoto brano dance vorticoso “Praise You” di Fatboy Slim e l’evergreen disco music anni ’80 “Rhythm of the Night” di Corona, dal pop melodico “Angels” di Robbie Williams, “Life is a Rollercoaster” di Ronan Keating, l’hit targato ’80 “Sowing the Seeds of Love” dei Tears for Fears, fino a chiudere nuovamente con Elvis Costello e il suo rock funambolico “Tear Off My Own Head”. Una bella compilation di canzoni che percorre un lungo periodo della vita dei due protagonisti della pellicola e che ci fa rivivere le nostre di vite, quelle dei quarantenni di oggi.

Lo score originale di Rachel Portman muta l’atmosfera dell’album facendoci sprofondare in un susseguirsi di brani celestiali (il coro di voci bianche dello splendido e liturgico “Wedding Chorus” e l’ angelico pezzo corale “July 15th”) e il bel tema portante, dapprima ascoltato nel breve “One Day Main Titles” e poi nel conclusivo “We Had Today” dove ha la possibilità di dispiegarsi in tutta la sua quintessenza sognatrice e pastorale e in cui la compositrice dimostra tutta la sua vena melodica che tanto l’ha contraddistinta nella sua carriera.


Titolo: One Day (Id.)

Compositore: Rachel Portman, Aa.Vv.

Etichetta: Island Records Group/Universal, 2011

Numero dei brani: 17 (4 di commento + 13 canzoni)

Durata: 61′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.