Stai leggendo:

Striscia, una zebra alla riscossa di Frederik Du Chau

22 marzo 2005 Recensioni 0 Commenti
Striscia, una zebra alla riscossa

Eagle Pictures, 25 Marzo 2005 – Godibile

Nel bel mezzo di una tempesta un circo itinerante perde una zebra neonata. Il cucciolo viene trovato da un agricoltore ex addestratore di purosangue, che lo porta a casa con sé per regalarlo alla figlioletta, con cui vive in una piccola fattoria del Kentucky. E la ragazza decide di allenarlo come un cavallo da corsa…


Hayden Panettiere e StrisciaOpera seconda di un ex assistente di Chuck Jones che aveva esordito sul grande schermo dirigendo La spada magica nel 1998, Striscia, una zebra alla riscossa è un filmetto per famiglie divertente e dotato della giusta dose di follia. Rutti e pernacchie d’ordinanza non disturbano più di tanto, e comunque avendo tra i protagonisti due mosche create al computer c’era da aspettarsi qualche gag un po’ becera. In realtà è proprio la composizione della fattoria, con cani sonnacchiosi e pellicani mafiosi, che dà spessore ed efficacia ad una pellicola che sembra quasi un misto tra Seabiscuit e Babe.

Una scena di Striscia, una zebra alla riscossaPurtroppo per noi, ancora una volta ci si mette il doppiaggio italiano a rovinare il buon lavoro di regista e sceneggiatore, sostituendo le voci di gente come Dustin Hoffman, Michael Clarke Duncan e Whoopi Goldberg con ridicoli accenti regionali che alle orecchie dello spettatore adulto risultano fastidiosi già dopo pochi minuti.


Titolo: Striscia, una zebra alla riscossa (Racing Stripes)
Regia: Frederik Du Chau
Sceneggiatura: David Schmidt
Fotografia: David Eggby
Interpreti: Hayden Panettiere, Bruce Greenwood, Wendie Malick, M. Emmet Walsh, Gary Bullock, Caspar Poyck, Thandi Puren, Morne Visser, Dawn Matthews, Matt Stern, John Lesley, Graeme Hawkins, Tarryn Downes
Nazionalità: USA, 2005
Durata: 1h. 24′


Percorsi Tematici

  • Non ci sono percorsi tematici collegati a questo articolo.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento








Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].