Stai leggendo:

"Super Nacho" di Jared Hess

3 luglio 2006 Recensioni 0 Commenti
Super Nacho

Uip, 17 Novembre 2006 – Vivace

Nacho fa il cuoco nel monastero messicano dov’è cresciuto. Ama gli orfani che nutre, ma non ci sono soldi per comprare da mangiare. Quando gli viene l’idea di guadagnare facendo il lottatore di Lucha Libre Nacho sente, per la prima volta nella sua vita, di avere qualcosa per cui combattere…


Jack Black in Super NachoLucha Libre è l’espressione in lingua spagnola che indica ogni tipo di lotta libera. Nei paesi non ispanici, però, viene utilizzata per indicare un tipo di wrestling particolarmente popolare in Messico che solo di recente ha varcato i confini degli Stati Uniti e quindi quelli europei, un wrestling basato sulla velocità e sui salti e spesso caratterizzato da personaggi mascherati. Uno dei luchador più famosi della storia della lotta messicana è stato El Santo, che durante la sua carriera fu protagonista anche di una serie di albi a fumetti e di oltre 50 film. Fray Tormenta, invece, è un wrestler certamente meno celebrato ma dalla storia decisamente più particolare. Oggi sessantenne, Fray Tormenta (“Fra’ Tempesta”) è un vero frate che per anni ha combattuto mascherato per mantenere l’orfanotrofio che ancora oggi dirige. Anche se nei titoli di testa non è scritto, è lui la fonte di ispirazione dietro la storia di Nacho Libre.

Jack Black e Héctor Jiménez in Super NachoSuper Nacho è un film che è una via di mezzo tra lo stile impalato e depresso del Napoleon Dynamite diretto due anni fa dallo stesso regista e la comicità strabordante tipica di Jack Black. Un miscuglio non del tutto riuscito, che riesce a far ridere solo a tratti ma che piacerà agli appassionati di wrestling come ai fan di Jack Black e Jared Hess, e che regalerà anche qualche déjà-vu a chi ben ricorda le avventure a cartoni animati dell’Uomo Tigre.

Jack Black subisce un 619 in una scena di Super NachoIl wrestling vero e proprio, quello combattuto sul ring, è esagerato e sbeffeggiato, ma Hess e i suoi cosceneggiatori non ne distruggono l’immagine, e anzi lo utilizzano saggiamente come veicolo per la ricerca della dignità personale, cosa che il cinema statunitense fa da sempre con lo sport. Il risultato è una commedia talmente balorda che piacerà probabilmente a pochi, ma è molto facile che questi pochi se ne innamorino perdutamente.


La locandina statunitense di Super NachoTitolo: Super Nacho (Nacho Libre)
Regia: Jared Hess
Sceneggiatura: Jared Hess, Jerusha Hess, Mike White
Fotografia: Xavier Pérez Grobet
Interpreti: Jack Black, Ana de la Reguera, Héctor Jiménez, Darius Rose, Moises Arias, Eduardo Gómez, Carlos Maycotte, Richard Montoya, Cesar Gonzalez, Rafael Montalvo, Julio Sandoval, Enrique Muñoz, Carla Jimenez, Peter Stormare
Nazionalità: USA, 2006
Durata: 1h. 42′


Percorsi Tematici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento







Evita per quanto possibile di scrivere in linguaggio SMS, grazie.

Per cortesia, inserisci gli spoiler tra i tag [spoiler] e [/spoiler].

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure puoi iscriverti alla pagina senza commentare.

Incassi dal 23 al 25 settembre